Pisapia a Brescia, partita la trattativa per cessione quote e nomine in A2A

0
Bsnews whatsapp

Dopo la visita di cortesia delle scorsa estate, ieri il sindaco di Milano Giuliano Pisapia è tornato a Brescia per incontrare i colleghi in Loggia. Dopo una riunione nella sede di A2A di via Lamarmora la delegazione milanese e i "padroni di casa", il sindaco Emilio Del Bono, il suo vice Laura Castelletti e l’assessore all’Ambiente Gianluigi Fondra, hanno raggiunto il termoutilizzatore.

Due gli argomenti principali per i quali Pisapia ha fatto visita a Del Bono. In primis l’elaborazione della migliore strategia per la cessione del 5% delle quote di A2A. Dopo i passaggi nei rispettivi consigli comunali di fine anno, Brescia e Milano metteranno sul mercato il pacchetto azionario in un’unica soluzione che garantirà ad entrambe di incassare la stessa somma. Per condurre le operazioni di vendita ci si affiderà ad un consulente finanziario, non ancora nominato, che stabilirà il prezzo (non inferiore alla media del valore del titolo negli ultimi 6 mesi). La procedura tecnico-amministrativa sarò gestita dalla Loggia. Scadenza della trattative: giugno, quando la Loggia dovrà pagare la rata della metro, si spera con i soldi incassati in borsa. 

L’altro tema forte per il quale Pisapia e Del Bono si sono incontrati ieri è la gestione societaria. E’ ormai definito che il nuovo consiglio di amministrazione unico, abbandonato il duale, sarà composto da 12 membri, 4 indicati da Milano, 4 da Brescia, 3 dalle minoranze e il presidente di nomina congiunta. Il consiglio rimarrà in carica 3 anni, e pare, questa è l’indiscrezione, che la prima presidenza toccherà a Milano. 

Tutto da definire invece il futuro di A2A Ambiente, ma Pisapia e Del Bono hanno dichiarato in maniera convinta che il ramo aziendale sarà strategico per il futuro dell’azienda. 
(a.c.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI