Sfratto per una malata di sclerosi multipla: Diritti per Tutti organizza il presidio

0

Domani l’Aler manda l’ufficiale giudiziario per sfrattare Cinzia Comelli, una donna malata di sclerosi multipla (il suo caso era già stato denunciato ai mezzi di informazione il 30-11-2012) che a causa della sua patologia aveva perso il lavoro e con la sua attività part-time in una cooperativa sociale come addetta alle pulizie non era più riuscita a pagare l’affitto pieno. “L’assurdo – si legge in una nota dellAssociazione Diritti per Tutti – è che lo sfratto dovrebbe avvenire in via Jacopo Robusti 96, proprio all’ombra della Torre Tintoretto, dove vi sono 195 appartamenti vuoti ed inutilizzati, chissà per quanto altro tempo ancora”.
L’Associazione Diritti per tutti continua la propria battaglia contro gli sfratti e domani ha convocato un picchetto in via Jacopo Robusti 96 a Brescia  “per denunciare questa vergognosa vicenda e presentare le prossime iniziative locali della settimana di mobilitazione nazionale 15-22-gennaio contro gli sfratti, contro l’austerità e per una sola grande opera: casa, reddito e salute per tutti”.
Anche oggi intanto due picchetti hanno bloccato altrettanti sfratti: 60 attivisti in via Milano 110 (sfratto rinviato d’ufficio al 22 gennaio) e a Ponte San Marco in via Sibilla Aleramo 5. Nel primo caso coinvolta una famiglia con un bambino di 3 anni, nel secondo una donna con due figli.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Se una persona è colpita da malattie gravi o pur facendosi il mazzo non riesce a pagare l’affitto pieno non vedo perché debba subire uno sfratto dalle case popolari (alias case pagate e mantenute grazie alle tasse che pago in toto).
    Casa e reddito per tutti? No grazie. Vita decente, un alloggio popolare a chi si fa il mazzo lavorando pur colpito da malattia? Questo si, molto volentieri.

  2. Dove sono i polemici che accusano sempre Diritti per tutti di difendere solo gli immigrati? Andranno giovedì mattina a impedire che una donna italiana ammalata sia gettata in strada?

  3. Purtroppo ci troviamo d’accordo con "diritti per tutti". I cittadini con gravi malattie come in questo caso hanno diritto che lo Stato dia loro una casa decente e a prezzi decenti. Se il cittadino NON ha reddito lo Stato , se è uno Stato serio, deve farsi carico dell’affitto.

  4. se 60 attivisti andassero a lavorare potrebbero pagare gli affitti della persone di cui impediscono gli sfratti … troppo facile sbattere in faccia agli ufficiali giudiziari bambini/malati/anzia ni …

LEAVE A REPLY