Mandolossa: arrestati tre spacciatori di droga segnalati dal sindaco Del Bono

8
Bsnews whatsapp

La Polizia Locale ha arrestato, nel pomeriggio di giovedì 9 gennaio, tre spacciatori che operavano nell’area della Mandolossa, sequestrando oltre un chilo di droga. I residenti della zona da tempo avevano notato movimenti sospetti all’interno di alcune abitazioni e, nei giorni scorsi, hanno segnalato la situazione al sindaco Emilio Del Bono che ha subito allertato la Polizia Locale.

Dopo alcuni pedinamenti, gli agenti hanno fermato un pakistano di trentuno anni con precedenti nel traffico di droga. L’uomo aveva ricevuto due stranieri che si erano recati nel suo appartamento di via Mandolossa per acquistare stupefacenti. Un accurato controllo ha permesso alla Locale di trovare, nella casa dello spacciatore, un chilogrammo di eroina confezionata in due involucri e altra droga nascosta nei suoi indumenti.

Durante la perquisizione, un’altra persona è entrata nell’abitazione in cerca di una dose, segno che il luogo rappresentava un importante punto di smercio. Altri stranieri, due albanesi di ventidue e trent’anni, sono poi giunti sul posto ed è emerso che anche loro abitavano nell’appartamento ed erano in affari con il trafficante.

Gli agenti hanno poi trovato una borsa contenente cento grammi circa di marijuana, confezionata in buste pronte per la vendita. Visti i riscontri, i tre inquilini sono stati arrestati e posti sotto custodia cautelare. Ai tre malviventi sono stati anche sequestrati diversi telefoni cellulari e alcuni strumenti per il confezionamento della merce. L’operazione fa parte di un programma di azioni che la Polizia Locale di Brescia sta realizzando per tutelare la legalità sull’asse via Milano-Mandolossa, fino al confine del territorio cittadino.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

8 COMMENTI

  1. Incuriosito dal titolo "arrestati tre spacciatori di droga segnalati dal sindaco Del Bono" ho letto meglio l’articolo, in sostanza tre cittadini segnalano al Sindaco i loro sospetti e lui avverte la locale che li arresta, quindi? era il minimo sindacale che doveva fare sia lui che i tre cittadini.
    Alzando gli occhi da terra camminando in alcune zone della città e della periferia solo un dissociato non si accorge di situazioni inequivocabili, quindi mi permetto due piccole riflessioni provocatorie e chiaramente delle due l’una: – Per fare arrestare delinquenti il cittadino medio deve segnalare la cosa al Sindaco? Oppure i vigili hanno indicazioni di ignorare i delinquenti tranne nel caso in cui un Cittadino disturbi il Sindaco facendo la segnalazione direttamente a lui?
    Una non notizia per conto mio, diversamente invito tutti invece di rivolgersi in via Donegani a chiedere udienza a Palazzo Loggia.
    Così si squalifica il Corpo di Polizia Locale, dei lavoratori, fossi in loro sarei incazzato come una biscia.

  2. E bravo utente "@battaglioni". Siamo alle solite,quando una persona NON la pensa come Voi(inteso in senso generico e generale…) iniziate subito la solita tiritera del "razzismo", "fascismo" etc….. E , poi, detto da Voi la parola "bastardi" ha tutto un suono particolare. …Adesso anche la trovata del "reato"Chi volete emulare ??La CEKA???Ma fateVi un po’ i c…i Vostri . Ad maiora PS Nei giorni scorsi il Parlamento europeo o una sua commissione (non ricordiamo bene), su richiesta della Polonia ha equiparato l’uso politico del simbolo della "falce e martello " al simbolo della swastica, con tutto quello che consegue….A furia di gridare "al lupo" cari compagni Vi siete fregati (quasi) da soli….

  3. scusate, ma per quale motivo rispondete o intavolate discussioni con…non so come definirlo questo coso chiamato alfredo battaglioni.
    Questi "elementi", in prima istanza, vanno unicamente isolati…in caso di recidiva denunciati alla magistratura, siamo in democrazia.

RISPONDI