Cavalli a Lonato: 100 milioni per il commercio lombardo

0
Bsnews whatsapp

"Nel sostegno del turismo lombardo abbiamo voluto investire importanti risorse per consolidare e sviluppare il sistema dell’accoglienza del nostro territorio in vista di Expo 2015. Abbiamo scelto di farlo non in modo generico, ma finalizzato a un preciso risultato: il miglioramento qualitativo del sistema di offerta turistica e commerciale, per aumentare la nostra competitività nei confronti di un mercato sempre più qualificato e concorrenziale e per rispondere alle aspettative del grande flusso di visitatori stranieri che arriverà in Lombardia". Così l’assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia Alberto Cavalli, intervenendo, questa mattina, alla 56esima edizione della fiera agricola, artigianale e commerciale di Lonato del Garda (Brescia), che si concluderà domani, domenica 19 gennaio.

100 MILIONI DI EURO – "Si tratta di 100 milioni di euro di investimenti – ha spiegato l’assessore Cavalli – che, a partire dal mese di marzo, saranno messi a disposizione attraverso finanziamenti agevolati, con abbattimento del 3 per cento del tasso di interesse e fondi di garanzia per le imprese che accedono ai finanziamenti". "Destinatarie di questa misura, già approvata dalla Giunta regionale, – ha precisato l’assessore – saranno le imprese lombarde che operano nel settore dell’accoglienza turistica, dei pubblici esercizi (ristoranti e bar) e del commercio alimentare al dettaglio, per la realizzazione di progetti di miglioramento delle strutture, tramite investimenti strutturali in beni materiali e in nuove tecnologie". "Una grande opportunità – ha concluso Cavalli – anche per le imprese lombarde dei settori dell’edilizia, dell’arredo e dell’impiantistica". (Ln)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Adesso aspettiamo all’opera a Brescia la Vicesindaco Castelletti, con la sua delega ad Expo 2015. Cosa farà di bello ? Quanti euro stanzierà la città ? Per quali progetti e proposte ? Sembra che non ci sia traccia (perlomeno certa e individuabile) nel bilancio previsionale 2014-2016 in via di delibera in Giunta e approvazione in Consiglio. Aspettiamo.

RISPONDI