Mazzano, buca sulla 45bis fa strage di auto

0
Bsnews whatsapp

Una buca killer ha fatto strage di auto ieri a Mazzano, lungo la Statale 45 bis. Causa maltempo e temperature ballerine l’asfalto sulla via è diventato malconcio e ieri, intorno alle 20, ha causato gravi danni a una decina di vetture. Come riporta il giornale di Brescia alcune hanno forato le gomme, altre addirittura perso cerchi e sospensioni. E’ stato necessario l’intervento della Polizia Stradale, affinché il traffico rimanesse scorrevole e non ci fossero problemi visto il numero di auto ferme in coda in attesa del carroattrezzi. La buca è stata poi riparata in serata. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. faccio parte di quelli che su quella strada ci hanno rimesso il cerchione posteriore dell’auto. La cosa davvero scandalosa è dover pagare i danni di qualcosa causato dall’inefficienza pubblica, ma questa è l’Italia, giusto?

  2. non è che per caso è colpa della qualità dei lavori e dei materiali impiegati? perché nei paesi dove l’escursione termica è di parecchio superiore alla nostra (vedi nord europa) il manto di asfalto non si solleva così? possibile che sia il solito problema solo italiano?

  3. Per lavoro, spesso sono in Svizzera, in tutte le stagioni dell’anno…
    Gli svizzeri, anche se il clima non è certamente mediterraneo, hanno delle strade perfette in qualsiasi stagione, estate e inverno. Non esistono buche ne avvallamenti in corrispondenza di tombini, strisce pedonali ubicate nel posti giusti e sopratutto ben segnalate ed illuminate. Passando con l’autovettura sulle rotaie dei treni non si sente differenza ed in più TUTTE le strade sono fatte in maniera che evaquino velocemente l’acqua ai bordi con relativo canalino pluviale verso il tombino.
    Adesso mi chiedo…"E’ mai possibile che in Italia non si riescano a fare strade che non si sbriciolino dopo 2 giorni che piove? E’ cosi difficile? Siamo così ignoranti in fatto di lavori pubblici???

  4. La colpa di tutto ciò è delle imprese di asfalti che usano materiali scadenti così si garantiscono il lavoro per anni e anni. Comuni e Provincie non eseguono mai analisi a campione dei prodotti impiegati per asfaltare ed ancor prima per fare i sottofondi stradali. Del resto per l’impresa è più conveniente pagare bustarelle che eseguire i lavori con prodotti validi.

  5. Signor Ins, Lei lancia accuse molto molto gravi. Se ne ha le prove, denunci il tutto in Procura della Repubblica. Se non le ha, faccia a meno di scriverle

  6. Il Signor Ins scrive cose che molti di noi sospettano, ma che a causa di un sistema giudiziario farraginoso e corrotto nessuno puo provare. Non conosco il Signor Ins ma immaginando che sia un semplice privato cittadino come potrebbe accollarsi l’onere di un’indagine e conseguente infinita battaglia legale contro pubbliche amministrazioni e un consorzio di imprese asfaltatrici he probabilmente in un processo asfalterebbero anche lui? Si svegli Signora/Signorina Lola. La legge e’ solo formalmente al servizio del cittadino. Di fatto e’ in mano alle lobby di potere. Perché dovrebbe tacere il Signor Ins? In fin dei conti non ha fatto nomi di imprese e comuni ha parlato in via generale esprimendo una teoria forse dandola un po’ troppo per assodata ma quello e’ solo un vizio di forma. Del resto alimentare un dubbio ed avere delle opinioni fortunatamente non e’ ancora illegale…per ora…

RISPONDI