Elezioni Aci, sei ore per votare il nuovo presidente. Mille Miglia: possibile “Casali bis”

0

Il 15 aprile l’Aci di Brescia sarà chiamata a votare il suo prossimo presidente. E non si tratterà certo di una formalità. Oltre all’importanza ricoperta dall’assegnazione della carica, in gioco ora è entrato anche il regolamento che impone, per esempio, il voto di persona e fissa la durata massima delle votazioni a 6 ore. Cosa vuol dire? I soci del Club autobilistico bresciano non potranno più affidarsi ai tagliandi (fino alla scorsa elezione spediti per posta ad un notaio) ma avranno sei ore di tempo (dalle 9 alle 15) per recarsi di persona nella sede di via Enzo Ferrari e mettere la croce sul nome del proprio candidato preferito.

Il cambio del regolamento porterà qualche problema ai soci residenti in provincia che, nella peggior delle ipotesi, potrebbero dover fare anche 140 chilometri per raggiungere la città, votare e fare ritorno a casa. Con ogni probabilità la nuova regola imposta dal regolamento è stata inserita per evitare polemiche o spedizioni anomale.

Ciò che c’è in gioco nel futuro dell’Aci di Brescia però non è solo la poltrona del presidente, ma anche la Mille Miglia. Nonostante dalla 1000Miglia srl non trapeli nulla sul bando di gara per l’assegnazione della “logistica della corsa”, sembra che la Meet Comunicazioni di Alessandro Casali sia l’aggiudicataria provvisoria. La società di comunicazione avrebbe dieci giorni di tempo (a partire da martedì 21 gennaio) per produrre una serie di documenti necessari alla partecipazione del bando e lo stesso dovrebbero fare anche le altre due società in corsa: Rcs Sport e Intex. Solo quando 1000Miglia srl avrà ottenuto tutta la documentazione potrà riunire la commissione esaminatrice e decidere chi sarà il fornitore della parte logistica. Decisione che però potrebbe non essere sufficiente, visto che una delle due “sconfitte” potrebbe sempre ricorrere al Tar.

Comments

comments

LEAVE A REPLY