Mercato zootecnico, Rolfi (Lega): “Tutelare il commercio, fermare gli animalisti”

0
Bsnews whatsapp

“Mi sono permesso di scrivere una lettera al Prefetto di Brescia per porre in evidenza quanto accade in maniera ormai costante al mercato agro zootecnico di Montichiari e che ha toccato il culmine con i controlli interforze di venerdì scorso”. Queste le parole di Fabio Rolfi, vice capogruppo della Lega Nord al Pirellone, che si è espresso in merito alla situazione del mercato agro zootecnico di Montichiari, in cui gli operatori del settore si dichiarano stanchi "dell’ostruzionismo degli animalisti".

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO 

"Picchetti, volantinaggi, attività di evidente boicottaggio delle normali attività economiche che avvengono da decenni nel rispetto delle norme; tutto ciò non può proseguire ad oltranza. Per quanto concerne le verifiche effettuale venerdì scorso vorrei specificare che siamo favorevoli ai controlli e al fatto che le forze dell’ordine svolgano il proprio lavoro, dato che le norme sul benessere animale devono essere rispettate; non accettiamo però che un partito politico strumentalizzi il loro operato per fini puramente propagandistici in vista delle elezioni amministrative, gettando discredito su un intero comparto. È necessario garantire l’immagine di un mercato tradizionale e del polo fieristico, oltre che, naturalmente, la tranquillità delle transazioni economiche che da anni avvengono in quella sede.  Consapevole dell’interessamento che il Prefetto ha sempre dimostrato per il mondo dell’impresa bresciana, ringrazio la dottoressa Bressesco Pace per l’attenzione che ha voluto dedicarmi e  per la volontà di voler monitorare questa situazione."

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Rolfi che dice che non bisogna strumentalizzare il lavoro delle Forze dell’Ordine a fini elettorali? MMUUUAAAAAAAAAHHAHAH AHAHAHAHAHAHAHAHAAAA AAAAAAAAAAAAAAAAAA!! !!!!!

  2. il mercato degli animali ci puo anche stare ma occorre un maggior controllo su come vengono tenuti, basterebbe un paio di guardie che verifichino le autorizzazioni sanitarie e le licenze commerciali e nn ultimo che gli animali cmq abbiano un minimo di spazio e nn manchi acqua e vivere come invece e successo dopo l ultimo controllo!! se rispettati questi requisiti gli animalisti posso anche andare a quel paese.

  3. Come si fa a scrivere che vi è un "boicottaggio delle normali attività economiche che avvengono da decenni nel rispetto delle norme" quando le forze dell’ordine hanno rilevato moltissime infrazioni? Ma andiamo, smettiamola di mettere la testa sotto la sabbia, la violenza con cui vengono trattati gli animali è inaudita e figli di una non cultura che guarda solo al profitto. Chi lavora secondo le regole non ha nulla da temere che può essere infastidito da chi tenta di difendere gli animali!

  4. signori, basterebbe punire ciò che è irregolare, là dove avvengono infrazioni alla legge, se queste non avvengono non si deve dire nulla. a volte animalisti & CO, usano pretesti per ostruire il lavoro altrui e quello che mi fà ridere è che costoro magari lavorano per industrie multinazionali o imprese che dell’ambiente non interessa, ma questo non si dice…vero?

RISPONDI