Legge elettorale, Gitti (Pi): l’Italicum così com’è viola la Costituzione

1
Bsnews whatsapp

"Siamo di fronte a una violazione evidente della Costituzione nel percorso istituzionale di riforma della legge elettorale. Chiediamo con forza che il doppio turno sia la regola e non l’eccezione, portando la soglia a un livello che possa tenere conto dell’esigenza di governabilità, ma anche di rappresentanza democratica. Il doppio turno, così com’è, declina una soglia del tutto incostituzionale e impraticabile. Occorre dunque una rielaborazione che tenga conto dei tempi in cui, finalmente, la zavorra Berlusconi per questo Paese non ci sarà più – anche per l’evidenza anagrafica, oltre che giudiziaria -. Dobbiamo consegnare al Paese una legge elettorale che potrà durare nel tempo". Lo ha affermato il deputato dei Popolari Per l’Italia Gregorio Gitti, capogruppo in commissione Affari costituzionali, intervenendo in Aula durante la discussione generale del testo-base dell’Italicum.

"Chiediamo al Pd maggiore attenzione alla nostra richiesta di porre al 40 percento la soglia per ottenere il premio di maggioranza, in mancanza della quale – ha sottolineato Gitti – i cittadini possano scegliere da chi farsi governare. Lo facciamo in nome di quel governo di cambiamento che abbiamo sempre sostenuto fino in fondo, intervenendo più volte in sua difesa".

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Francamente è incredibile l’atteggiamento di newcensurabrescia. Non è forse vero che Gitti è stato nominato da Monti ed eletto senza preferenze? non è forse vero che ha abbandonato Monti per un altro gruppo? Non è legittimo sostenere (anche se ovviamente opinabile) che Gitti non lascerà alcun segno nella sue breve comparsata in parlamento?

RISPONDI