Domenica ecologica a Brescia: dalle 14 le limitazioni si fanno light

0

Il 9 marzo è una domenica ecologica. Il territorio cittadino sarà quindi chiuso al traffico veicolare dalle 9 alle 18 anche se, dalle 14 alle 18, le limitazioni si allenteranno e potranno circolare più categorie di veicoli.

La decisione è stata presa dall’Amministrazione comunale per sensibilizzare i bresciani sui temi della sostenibilità ambientale e sull’uso dei mezzi pubblici in occasione della manifestazione sportiva Brescia Art Marathon.

Brescia Trasporti e Metro Brescia adotteranno il biglietto unico valido per l’intera giornata per tutto il trasporto pubblico (autobus urbani e metropolitana) con le seguenti tariffe: 1,40 euro per biglietto valido per le zone 1 e 2, e 1,90 euro per il biglietto valido nelle zone 1+2. Inoltre, potrà essere utilizzato anche il normale titolo di viaggio venduto nella giornata del 9 marzo da personale di Brescia Trasporti e/o a bordo bus (€ 2), con validità giornaliera in tutte le zone.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’Urp del Comune di Brescia al numero verde 800 401 104 dalle 9 alle 17 nelle giornate di giovedì 6 e venerdì 7 marzo. Sabato 8 marzo il numero sarà attivo dalle 9 alle 13.
Il rilascio dei permessi sarà possibile presso all’Urp del Comune di Brescia, in Piazza della Loggia 13/b, negli stessi orari in cui sarà attivo il numero verde. Sabato 8 marzo il rilascio dei permessi sarà possibile anche presso il Comando della Polizia Locale di via Donegani, 12 dalle 9 alle 18.

Sono esclusi dalla chiusura al traffico: i tratti autostradali, le strade statali e provinciali e le tangenziali Sud, Ovest e Montelungo e le aree di parcheggio adiacenti. Esclusi anche il tratto di via Oberdan compreso tra la tangenziale Montelungo e la tangenziale Ovest, i tratti stradali di collegamento tra gli svincoli autostradali, i parcheggi posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici e in particolare al piazzale antistante l’ortomercato, per i veicoli provenienti dal casello autostradale di Brescia-ovest e per quelli provenienti dalla tangenziale sud (SS.11) in uscita sulla tangenziale Ovest. Infine, le stazioni metropolitane "Poliambulanza", attraverso via Dario Morelli, e "Prealpino", attraverso il tronco di via Triumplina a nord della tangenziale Montelungo, saranno raggiungibili.

Le categorie di veicoli escluse dal divieto: veicoli elettrici; veicoli a trazione animale; velocipedi; veicoli delle forze di polizia, delle forze armate, dei vigili del fuoco e dei corpi e servizi di polizia locale e provinciale; veicoli di pronto soccorso; mezzi di pubblico trasporto; taxi e autovetture di noleggio con conducente; veicoli utilizzati per il trasporto di disabili, muniti del relativo contrassegno (con giustificazione dimostrabile per l’accompagnamento del soggetto disabile  quando questi non è a bordo del veicolo); veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di gravi malattie (es. dialisi, chemioterapie, ecc..) in grado di esibire relativa certificazione medica; veicoli utilizzati da lavoratori con turni lavorativi tali da impedire la fruizione dei mezzi di trasporto pubblico certificati dal datore di lavoro; veicoli utilizzati dai ministri di culto.

Esclusi dal divieto anche: le autovetture targate Cd e Cc (corpi diplomatici e consolari);  gli autoveicoli appartenenti a soggetti pubblici e privati che svolgono funzioni di pubblico servizio o di pubblica utilità che risultano individuabili o con adeguato contrassegno o con certificazione del datore di lavoro, come gli operatori dei servizi manutentivi di emergenza non rinviabili al giorno successivo (ad es. luce, gas, acqua, sistemi informatici, impianti di sollevamento, impianti termici, soccorso stradale, distribuzione carburanti e combustibili, raccolta rifiuti, distribuzione farmaci, alimentari deperibili e pasti per i servizi di mensa); gli autoveicoli adibiti al trasporto di effetti postali e valori; gli autoveicoli di medici e veterinari in visita urgente, muniti del contrassegno dei rispettivi ordini, operatori sanitari ed assistenziali in servizio con certificazione del datore di lavoro; i veicoli degli operatori dell’informazione (stampa – tv – radio) compresi gli edicolanti con certificazione del datore di lavoro o muniti del tesserino di riconoscimento; i mezzi dei commercianti ambulanti limitatamente al percorso strettamente necessario per raggiungere il proprio domicilio al termine dell’attività lavorativa; i veicoli utilizzati dalle società sportive o dai singoli iscritti aderenti alle società stesse, appartenenti a federazioni affiliate al Coni o ad altre federazioni ufficialmente riconosciute, per lo svolgimento di manifestazioni già programmate e calendarizzate, previo rilascio di attestazione di partecipazione o elementi di riconoscimento (ad es. pettorali) da parte delle medesime società sportive; i veicoli di personale incaricato dei servizi e trasporti funebri; i veicoli utilizzati per la consegna a domicilio di beni deperibili (fiorai, pasticceri, ristoratori etc.); i veicoli di imprese che eseguono interventi di urgenza per conto di Enti Pubblici; i veicoli utilizzati da partecipanti a battesimi, comunioni, cresime e matrimoni, purché muniti di adeguata documentazione di riscontro (inviti o dichiarazioni degli officianti); gli autoveicoli con a bordo almeno tre persone (car pooling).

Dalle 14 alle 18 potranno circolare all’interno del territorio comunale anche i veicoli alimentati a gpl o metano e alimentati a benzina e gasolio rispondenti alle direttive euro 4 e successive.

Non è prevista la facoltà di avvalersi di autocertificazioni.

Contestualmente all’evento sportivo Brescia Art Marathon sono autorizzati al transito, sui percorsi necessari al raggiungimento e ritorno dai luoghi di svolgimento, i veicoli al seguito (organizzazione e logistica).

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Nel disprezzo totale degli operatori commerciali che contano sulla domenica per incassare quattro soldi prosegue la politica demagogica del comune nel nome dell'educazione del popolo bue ad un approccio ecologico alla vita …. Ma quando potremo contare su un vero governo della città ed affrancarci da questi bidelli da scuola elementare ?

  2. Si, è un vero peccato non poter far respirare ai nostri bambini l’aria mefitica dei centri commerciali in mezzo a migliaia di auto che sparano veleni. Ma domani, Rossella, è un altro giorno.

  3. Possiamo rimanere in citta’ a bere acqua al cromo e al PCB e a respirare l’aria aromatizzata dell’inceneritore. Grazie, demagoghi pasticcioni.

  4. come si fa ad uscire dalla città? siamo prigionieri? e se abbiamo programmato in anticipo di andare via? chi ci rimborserà le perdite? In definitiva organizzare dei corridoi di uscita non è impossibile

  5. Esistono corridoi d’uscita, per esempio avendo parcheggiato preventivamente la macchina nei pressi delle stazioni Prealpino o Poliambulanza della metropolitana si può uscire tranquillamente dalla città col proprio mezzo. La mia ragazza l’ha fatto e non ha avuto problemi.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome