Magistrato insegue e fa arrestare banda di baby rapinatori dell’Oratorio

0

Nell’ambito dell’attività di controllo che la Questura di Brescia effettua al fine di contrastare i fenomeni di microcriminalità, venerdì 4 aprile intorno alle 15, personale della sezione volanti è intervenuta in via F.lli Bronzetti, 9 al bar “Rainbowbar” all’interno dell’oratorio “SS Nazaro e Celso” per una segnalazione di rapina.

Sul posto personale operante ha contattato la richiedente,, la quale ha confermato di essere stata trattenuta e rapinata da tre giovani di etnia straniera che sono riusciti a farsi consegnare i cinquanta euro contenuti nel cassetto del registratore di cassa del bar. Sul posto era presente il sostituto procuratore del Tribunale di Brescia, Cassiani che, dopo aver sentito le invocazioni di aiuto della donna non ci ha pensato un attimo a mettersi all’inseguimento dei tre soggetti, fornendo descrizione e via di fuga agli operatori tramite 113.

Grazie alla segnalazione pervenuta alla sala operativa, una volante impegnata nella ricerca degli autori ha individuato vicino alla stazione ferroviaria tre soggetti corrispondenti alle descrizioni che in quel momento si stavano affrettando a salire su un autobus di linea. Alla vista degli agenti uno dei tre ha tentato la fuga, ma dopo un breve inseguimento è stato bloccato dagli agenti. Stessa sorte anche per gli altri due uomini, bloccati direttamente a bordo dell’autobus. I tre sono quindi stati identificati – M. A. nato nel 1992 in Pakistan, B. A. nato nel 1998 del Burkina Faso e M. D. nato nel 1991 a Casablanca – e successivamente accompagnati in Questura. Si tratta di tre soggetti con precedenti per reati contro il patrimonio. Gli stessi sono stati arrestati per rapina aggravata in concorso, a seguito del riconoscimento ad opera della vittima e del testimone. La somma esportata è stata quindi riconsegnata al bar dell’oratorio.

A seguito di convalida del provvedimento adottato, il minore è stato trasferito nel carcere minorile, il cittadino pakistano è finito agli arresti domiciliari, mentre il terzo ha obbligo di dimora nel comune di residenza.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY