Knockout game, quattro minori i presunti aggressori

4

I nomi dei quattro ragazzi, tutti minorenni, che avrebbero aggredito e preso a pugni senza motivo due persone in un sabato sera qualunque nel centro della città di Brescia, sarebbero stati individuati. I carabinieri che stanno svolgendo le indagini però ci tengono a mantenere il massimo riserbo sulla vicenda, e giustamente, visto che i quattro presunti colpevoli delle violenze sono tutti minorenni. L’unico particolare che trapela, anche se non ufficialmente, è che i quattro siano tutti residenti a Brescia, in che quartieri vivano però è top secret.

Al vaglio dei militari ora c’è il movente dell’aggressione. Si è trattato di un’emulazione del “knockout game” tristemente importato dagli States o, invece, tanta violenza è stata generata solo dalla gran quantita d’alcool ingerita dai quattro? Ad oggi è impossibile stabilirlo con certezza. Il riserbo dei carabinieri sulla vicenda è tale da impedire di conoscere i dettagli. Sembrerebbe però che i quattro siano stati sottoposti ad un confronto davanti alle vittime e questo sarebbe stato positivo. Di certo c’è che, se le accuse saranno confermate, le loro fedine penali non resteranno più immacolate. Emulatori avvisati.

Comments

comments

4 Commenti

  1. di avere presto notizie certe, i bulletti erano a viso scoperto e ci sono stati parecchi testimoni … non dovrebbe essere complicato (e neppure lungo) avere presto notizie sulla colpevolezza ed innocenza …

  2. È importante che vengano presi PROVVEDIMENTI MOLTO SERI,PENE PESANTI,SERVONO PER FAR PASSARE DI MODA QUESTA VIOLENZA DI PRENDER PUGNI A CASO,BASTA CON QUESTA SCUSA DI ESSERE MINORENNI,ALTRIMENTI LA GENTE SI ARRANGERÀ A FARSI GIUSTIZIA,CON TUTTI I PROBLEMI PRESENTI CI MANCA ANCHE DI AVER PAURA DI GIRARE "IN CITTÀ"

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome