Kumite, la bresciana Hasani battuta (ancora) in finale dalla veneta Cardin

0

Alessandra Hasani deve rimandare il sogno tricolore, agli assoluti di kumite la ventunenne bresciana è stata battuta in finale per la terza volta consecutiva dall’esperta veneta Cardin (per lei sesto titolo di fila). Questa volta però l’atleta del Nakayama Brescia è andata veramente vicina a conquistare la vittoria. Sullo 0-0 una tecnica di pugno di anticipo sembrava proprio essere andata a segno, ma solo un giudice ha alzato la bandierina e l’incontro è proseguito. In precedenza il percorso della karateka bresciana era stato semplicemente perfetto, quattro vittorie con punteggi netti ed esprimendo un karate spettacolare."C’è mancato poco questa volta, ha commentato Alessandra, ci riproverò il prossimo anno" Medaglia d’argento anche per Luca Bonetti sempre del Nakayama, che ha combattuto nella 94 kg migliorando il terzo posto dell’anno passato. Bronzo per Rabia Jendoubi del karate Genocchio che nella 67 kg è stato sconfitto solo in semifinale e di misura dall’atleta dell’esercito vincitore del titolo. Belle ma sfortunate le prove di Alex Parrini, Andrea Garibotti (Genocchio) e Michele Hasani e Veronica Coccoli (Nakayama) giunti quinti, risultato che però gli permette di essere già qualificati per i prossimi assoluti.

Comments

comments

LEAVE A REPLY