Elezioni europee: la Cassazione riammette i Verdi di Monica Frassoni

0
Monica Frassoni
Monica Frassoni

La Cassazione ha riammesso alle elezioni europee che si terranno il prossimo 25 maggio la lista Green Italia/Verdi Europei. « Siamo molto contenti della decisione della Cassazione che dimostra in modo molto chiaro che ormai esiste uno spazio di competizione europeo ed una legittimità imprescindibile dei partiti dell’Ue – commenta con una nota Monica Frassoni, co-presidente del Partito Verde Europeo e coordinatrice di GreenItalia – Grazie anche ai partiti, ai leader ed ai militanti dei Verdi Europei. Grazie a Reinhard Bütikofer, co-Presidente del Partito Verde Europeo, a José Bové e Ska Keller, candidati Verdi alla Commisione Ue, a Daniel Cohn-Bendit, co-Presidente del Gruppo dei Verdi, agli ex ministri francesi Cecile Dufflot e Pascal Canfin, alla Presidente di EELV, Emmanuelle Cosse, a Equo, a ICV, alla Federazione dei Giovani Verdi Europei, ai Grünen ed a tutti coloro che hanno partecipato numerosi alla campagna online #VoglioVotareGreen ! Citando la nostra campagna comune: L’Europa siamo noi! Con la nostra mobilitazione online, e non solo, siamo riusciti a far riconoscere per la prima volta che l’appartenenza ad un partito europeo legittima la partecipazione al voto. Adesso comincia per GreenItalia/VerdiEuropei una partita difficile, la campagna sarà tutta in salita, data anche l’insensata barriera del 4% che non trova giustificazione in una competizione europea. È molto importante, però, potere ora partecipare con i nostri temi e i nostri candidati. Oggi è una tappa importante in vista del consolidamento anche in Italia di un soggetto politico ecologista forte.”

Comments

comments

1 COMMENT

  1. ma con lo 0,005 % dove le avete raccolte le migliaia di firme per presentare le liste ? mah speriamo che vengano controllate prima delle elezioni.

  2. Le firme non le hanno raccolte: appunto per questo li hanno esclusi. Poi hanno fatto ricorso adducendo che qualcuno di "verde" sedeva già al parlamento europeo. Prenderanno lo 0,58%; ma magari la Frassoni si farà eleggere in Vallonia come l’altra volta. Nel 2013 è stata trombata al senato in Lombardia per SEL….quondi nemmeno con la lista bloccata l’hanno eletta…ora però ci vogliono il 4% e le preferenze…sarà dura, ma tranquilli che non andrà mai a lavorare normalmente sotto padrone.

LEAVE A REPLY