Camera dei deputati caffé: anche Crimi e Sorial negli sketch grillini

0

Un finto Matteo Renzi, una finta Laura Boldrini, e tanti altri finti politici. I parlamentari del Movimento 5 Stelle invece sono veri, ma interpretano altri, oppure sono le macchiette di loro stessi. Rilanciata dal blog di Beppe Grillo, la sit-com umoristica del Movimento sta avendo sempre più successo nel mondo del web. Tra i protagonisti anche due parlamentari bresciani, Vito Crimi e Giorgio Sorial.

Proprio quest’ultimo è protagonista dell’ultimo episodio messo on-line, l’ottavo (ne viene pubblicato indicativamente uno a settimana, sul canale yoy-tube «La Cosa»), dove compare anche una finta Laura Boldrini alle prese con la carta costituzionale.

L’idea dei parlamentari pentastellati è tanto semplice quanto intelligente: replicare «Camera cafè», la sit-com che ha fatto la fortuna della coppia di comici liguri Luca e Paolo. Nella versione dei 5 Stelle una telecamera fissa riprende due attori nei panni di commessi della buvette di Montecitorio che accolgono servilmente deputati e senatori, dando vita a dibattiti e riflessioni sull’attualità politica.

Molti i parlamentari che si sono prestati alle telecamere: Luigi Di Maio, Roberta Lombardi, Sergio Puglia, Paola Taverna, Mirko Busto. Ultimi in ordine di apparizione Michele Giarrusso e appunto i bresciani Vito Crimi e Giorgio Sorial.
(a.c.)

Gli 8 episodi fin qui trasmessi dal canale: https://www.youtube.com/channel/UCT1yiYD27p_-llhyVL_glkg/videos

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Emuli del loro Padrone in tutto e per tutto. Signore e Signori lo spettacolo comico più divertente del mondo: la nuova politica! La nuova fa ridere, la vecchia fa piangere. E noi cittadini sempre più a fondo.

  2. Mi chiedo se questi hanno capito le responsabilità che comporta essere deputato o senatore o se credono di essere in un reality, dirige l’eccellente Beppe G, sceneggiatura del cailù di Milano.

  3. PADOVA – Rapirono e ricattarono un imprenditore padovano, sono stati arrestati Nerio C., 46 anni, di Noventa di Piave (Venezia), allenatore della squadra di calcio del Noventa e Stefano C., 37 anni, di Bassano del Grappa (Vicenza), candidato del Movimento 5 Stelle a Bassano, responsabili di rapina aggravata in concorso, estorsione e sequestro di persona. A novembre del 2013, un imprenditore padovano era stato vittima di un sequestro «lampo» per la cui liberazione i due avevano chiesto come riscatto 200 mila euro. L’imprenditore, una volta liberato, era stato minacciato dai due indagati.

LEAVE A REPLY