Camera dei deputati caffé: anche Crimi e Sorial negli sketch grillini

0

Un finto Matteo Renzi, una finta Laura Boldrini, e tanti altri finti politici. I parlamentari del Movimento 5 Stelle invece sono veri, ma interpretano altri, oppure sono le macchiette di loro stessi. Rilanciata dal blog di Beppe Grillo, la sit-com umoristica del Movimento sta avendo sempre più successo nel mondo del web. Tra i protagonisti anche due parlamentari bresciani, Vito Crimi e Giorgio Sorial.

Proprio quest’ultimo è protagonista dell’ultimo episodio messo on-line, l’ottavo (ne viene pubblicato indicativamente uno a settimana, sul canale yoy-tube «La Cosa»), dove compare anche una finta Laura Boldrini alle prese con la carta costituzionale.

L’idea dei parlamentari pentastellati è tanto semplice quanto intelligente: replicare «Camera cafè», la sit-com che ha fatto la fortuna della coppia di comici liguri Luca e Paolo. Nella versione dei 5 Stelle una telecamera fissa riprende due attori nei panni di commessi della buvette di Montecitorio che accolgono servilmente deputati e senatori, dando vita a dibattiti e riflessioni sull’attualità politica.

Molti i parlamentari che si sono prestati alle telecamere: Luigi Di Maio, Roberta Lombardi, Sergio Puglia, Paola Taverna, Mirko Busto. Ultimi in ordine di apparizione Michele Giarrusso e appunto i bresciani Vito Crimi e Giorgio Sorial.
(a.c.)

Gli 8 episodi fin qui trasmessi dal canale: https://www.youtube.com/channel/UCT1yiYD27p_-llhyVL_glkg/videos

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Emuli del loro Padrone in tutto e per tutto. Signore e Signori lo spettacolo comico più divertente del mondo: la nuova politica! La nuova fa ridere, la vecchia fa piangere. E noi cittadini sempre più a fondo.

  2. Mi chiedo se questi hanno capito le responsabilità che comporta essere deputato o senatore o se credono di essere in un reality, dirige l’eccellente Beppe G, sceneggiatura del cailù di Milano.

  3. PADOVA – Rapirono e ricattarono un imprenditore padovano, sono stati arrestati Nerio C., 46 anni, di Noventa di Piave (Venezia), allenatore della squadra di calcio del Noventa e Stefano C., 37 anni, di Bassano del Grappa (Vicenza), candidato del Movimento 5 Stelle a Bassano, responsabili di rapina aggravata in concorso, estorsione e sequestro di persona. A novembre del 2013, un imprenditore padovano era stato vittima di un sequestro «lampo» per la cui liberazione i due avevano chiesto come riscatto 200 mila euro. L’imprenditore, una volta liberato, era stato minacciato dai due indagati.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome