Balotelli, torna a Brescia e lo fermano i poliziotti: “Non avete altro da fare?”

3
Il giocatore Mario Balotelli
Il giocatore Mario Balotelli

“Non avete nient’altro da fare che venire a identificare me?”. Sarebbe questo il senso delle parole pronunciate da quando ieri sera, intorno a mezzanotte, è rientrato a casa a bordo della sua Ferrari ed è stato fermato dai poliziotti che gli hanno chiesto di identificarsi.

Secondo la ricostruzione, agli agenti che gli chiedevano i documenti d’identità, Supermario avrebbe risposto senza troppa diplomazia, sostenendo che la dovrebbe occuparsi d’altro. Dopo le chiacchere però, il calciatore del Milan, che questa mattina è tornato a Milanello per l’allenamento, ha dovuto mostrare i documenti e lasciare che gli agenti della Locale facessero il loro lavoro.

Comments

comments

3 Commenti

  1. sui commenti su mario, ma affermo anche che vedo fior di posti di blocco della finanza per identificare chi guida "auto costose" mercedes slk , magari comprate usate, a 20mila euro….. i delinquenti son ben altri

  2. Chi ha passato questa notizia?? Balotelli non di certo. I poliziotti si sono presi la briga di chiamare la Stampa…..ha ragione Balotelli….dovrebb ero aver altro da fare

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome