Corpus Hominis , al via gli itinerari di arte, storia e fede nelle chiese di Brescia

0
Bsnews whatsapp

È fissata per sabato 26 aprile alle ore 15.30, nella chiesa di San Lorenzo (via Moretto 55), la prima delle nove tappe di avvicinamento alla grande festa del Corpus Domini, in cui verranno proposte drammatizzazioni, visite guidate e incontri di approfondimento con studiosi specializzati. Gli Itinerari di arte, storia e fede nelle chiese di Brescia, costituiscono infatti la prima parte del progetto Corpus Hominis, che individua nel Corpus Domini il focus della creazione del corpo sociale della città volto a far conoscere l’ingente patrimonio artistico sacro di Brescia, facendo attenzione a promuovere una valorizzazione integrale e quindi anche teologica e spirituale, non limitandosi esclusivamente all’aspetto storico e artistico.

In apertura della narrazione di sabato 26 aprile, Michele Segreto (Il ServoMuto – Compagnia Teatrale) sarà protagonista del monologo teatrale Craticula, dedicato al martirio di San Lorenzo, morto intorno al 258 d.C. sotto l’imperatore Valeriano. Secondo le fonti, San Lorenzo fu arcidiacono sotto Papa Sisto II, ma le informazioni sul santo sono confuse, per quanto abbia goduto in realtà di una vasta e profonda venerazione, testimoniata in molti documenti. Sarebbe stato bruciato vivo, posto sulla graticola e lasciato morire tra le fiamme. Il monologo teatrale si prefigge dunque di indagare con vari mezzi, partendo dai documenti, la figura del martire. Chi era davvero Lorenzo? Quanto sappiamo di lui e della chiesa del suo tempo, in un’epoca persecuzioni e massacri? Cosa lo ha spinto ad accettare una morte tanto orribile senza timore? In rapporto stretto con il pubblico, Michele Segreto cercherà di rispondere a queste domande, scoprendo che forse, ancora oggi, San Lorenzo può insegnare qualcosa.

Al termine del monologo, la guida artistica Sara Lombardi condurrà il pubblico alla scoperta del patrimonio della chiesa. Sara Lombardi è laureata in Lettere moderne, si è specializzata in Storia dell’arte diventando successivamente guida turistica per Brescia. È docente di Simbologia e arte sacra presso il corso di laurea in Scienze religiose dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (Brescia) e di Introduzione allo studio dell’arte sacra e alla tutela dei beni culturali ecclesiastici presso lo Studio teologico “Paolo VI” del Seminario vescovile diocesano. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI