“Un giorno per la nostra città”: i calciatori del Brescia incontrano i disabili

0

La Lega Italiana Professionisti Serie B intende assumere un ruolo attivo anche nella promozione territoriale, valorizzando le comunità sportive che rappresenta. Per rinsaldare il rapporto con le altre componenti che qualificano il territorio, svilupperà una piattaforma dedicata, nell’ambito del programma già attivo intitolato “B Solidale”, articolata in 5 temi: Scuola e Formazione; Socialità e territorio; Ambiente e Paesaggio; Tesori d’arte e Cultura e Tipicità e Alimentazione.

Il primo progetto pronto a partire è “Un giorno per la nostra città” e riguarda socialità e territorio. La Lega Serie B e i 22 Club, con il patrocinio di Associazione Calciatori, Associazione Allenatori e Anci, dedicano un giorno al mese da febbraio a maggio, lo stesso in tutte e 22 le città, impegnandosi a realizzare, attraverso i propri tesserati, dipendenti e collaboratori, una serie di iniziative a favore della comunità di appartenenza, con l’obiettivo di testimoniare concretamente vicinanza, ascolto, solidarietà e umanità.

Le aree d’intervento riguardano quattro ambiti d’interesse generale: i bambini, gli anziani, i disabili e il decoro urbano. Dopo l’iniziativa per i bambini “Regaliamo ai piccoli un sorriso”, svoltasi lo scorso 24 febbraio e dopo l’appuntamento dedicato agli anziani dal titolo “La passione sportiva rende lo spirito giovane” del 31 marzo, la società Brescia Calcio, in collaborazione con il Comune di Brescia, propone la seguente iniziativa: “Lo sport è inclusione e socializzazione” rivolta ai disabili.

Lunedì 28 aprile i calciatori del Brescia Calcio, assieme ad altri tesserati, dipendenti e collaboratori trascorreranno una giornata con i giovani del Centro Socio Educativo del Villaggio Sereno, gestito dalla Cooperativa La Mongolfiera, accreditata dal Comune per la gestione di servizi diurni per la disabilità. Il Cse è un servizio diurno che offre alle persone con disabilità interventi socio-educativi e socio-animativi all’interno della struttura e sul territorio. Le principali finalità sono il sostegno alla famiglia, favorire la crescita personale, l’integrazione sociale e la costruzione di rapporti positivi.

Calciatori e giovani del Centro si recheranno la mattina in centro e visiteranno, tra le altre cose, il Capitolium, il Duomo nuovo e il Duomo vecchio. Faranno la spesa e poi si recheranno nella sede del Centro per preparare il pranzo che poi consumeranno insieme. Più tardi, i giovani del Cse seguiranno i calciatori nell’allenamento pomeridiano.

Comments

comments

LEAVE A REPLY