Straordinarie non pagate, la Locale minaccia blocco alla Mille Miglia

0

Per ora non è scontro totale, ma agitazione quella sì. Non è iniziato nel migliore dei modi il rapporto tra il corpo di Polizia Locale e l’amministrazione di Emilio Del Bono al suo secondo anno di mandato. Colpa del mancato pagamento delle straordinarie, per una cifra tra i 350 e i 400 euro al mese ad integrazione dei 1.250 euro di stipendio.

A certificare l’agitazione c’è una lettera che i rappresentanti sindacali hanno spedito al Prefetto, procedura obbligatoria prima di intraprendere gli scioperi o i blocchi delle straordinarie. Ora il Prefetto ha tempo cinque giorni per convocare i rappresentanti dei lavoratori e il sindaco, dopodiché se non si troverà un accordo gli agenti saranno legittimati a mettere in atto la protesta nella forma, hanno annunciato, del blocco delle ore straordinarie nel giorno della partenza della Mille Miglia

All’origine dell’agitazione c’è il mancato pagamento della produttività strategica, cioè delle straordinarie, per i mesi da gennaio a marzo. Tutta colpa della mancata approvazione del Piano esecutivo di gestione con il quale l’amministrazione regola i progetti dei propri dipendenti. 

L’assessore Panteghini, spiega il rappresentante della Funzione pubblica della Cisl per gli agenti, Giulio Squassina, sulle colonne di Bresciaoggi che riporta la notizia, ha spedito una lettera ai lavoratori dichiarando la volotà di risolvere la situazione: «Sì, l´assessore Panteghini ci ha mandato una lettera in cui si parla della generica volontà di impegnarsi eccetera, eccetera. Proprio per questo motivo abbiamo ammorbidito la nostra posizione passando dallo sciopero al blocco degli straordinari, ma quello che chiediamo e che abbiamo scritto è che l’Amministrazione assuma da subito e per tutta la durata della legislatura un impegno politico nei confronti del Corpo, mantenendo e confermando il concetto di strategicità di questa produttività, come riconoscimento economico del lavoro svolto in passato e da svolgere in futuro».
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY