Imprese bresciane: ancora in negativo il saldo tra natalità e mortalità

0
Imprese
Imprese

Il I trimestre 2014 si è chiuso con 120.651 imprese iscritte al Registro delle Imprese di Brescia. Il totale complessivo delle imprese iscritte si riporta ai livelli del 2010. Nonostante il saldo iscrizioni/cessazioni sull’anno precedente sia negativo di 304 unità, si evidenzia un miglioramento rispetto al dato 2013 quando il saldo fu di -504 unità. A livello regionale solo Milano ha un saldo positivo nel trimestre. Diminuiscono le imprese attive, aumentano le inattive e le imprese sottoposte a procedure concorsuali. Il tasso di crescita è pari al -0,25%. La diminuzione complessiva è determinata dall’aumento delle cessazioni (2.596 unità), non compensato dalle nuove iscrizioni (2.292 unità). Il tasso di natalità si è attestato all’1,89%.

Secondo l’analisi settoriale le più elevate variazioni assolute negative sul 2013 si registrano nei settori delle attività manifatturiere (-404 unità), delle costruzioni (-401 unità), dell’agricoltura (-335 unità), del trasporto-magazzinaggio (-64 unità) e delle attività immobiliari.

Mostrano variazioni assolute positive soprattutto il settore delle agenzie di viaggio e dei servizi di supporto alle imprese (+183 unità), le attività finanziarie ed assicurative (+117 unità) ed i servizi di alloggio e ristorazione (+103 unità).

Anche nei primi tre mesi del 2014 continua il trend calante delle società di persone e delle imprese individuali con una diminuzione complessiva di 1.268. Diminuiscono anche, seppure lievemente, le altre forme, perdendo 11 unità. Ancora in crescita le società di capitale: +407 unità. A fine trimestre le imprese individuali, nonostante la diminuzione, rimangono la forma giuridica più diffusa pari al 50,7% del totale, percentuale invariata rispetto al trimestre precedente. Invariata anche la quota delle società di persone pari al 21,1% del totale. Cresce l’incidenza delle società di capitale che si porta al 25,9 contro il 25,4% dello stesso trimestre del 2013. Diminuisce la quota delle altre forme giuridiche: 2,3% contro il 2,5 del 4° trimestre 2013.

Comments

comments

LEAVE A REPLY