Valcamonica e fiume Oglio: in arrivo oltre 6 milioni di euro dalla Regione

0
Bsnews whatsapp

"Regione Lombardia stanzia 6,1 milioni di euro per una serie di opere molto attese che permetteranno la messa in sicurezza del territorio attraversato dal fiume Oglio in Valcamonica dopo gli eventi alluvionali del 2012 e 2013. Un impegno che avevo preso personalmente e a nome della Giunta alcuni mesi fa e che oggi si concretizza con l’arrivo delle risorse necessarie". Lo ha detto l’assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo di Regione Lombardia, Viviana Beccalossi che oggi a Brescia ha firmato due convenzioni per dare il via a interventi rilevanti lungo i corsi d’acqua che hanno subito fenomeni di alluvionamento del Torrente Rabbia e dell’ Oglio nei Comuni di Sonico-Malonno, e per lavori a protezione degli insediamenti abitativi e produttivi nei Comuni di Cividate Camuno, Esine, Piancogno.

INTERVENTI URGENTI – "Questo provvedimento – ha proseguito l’assessore al Territorio – fa parte di un pacchetto da oltre 17 milioni di approvato a marzo per finanziare una serie di interventi urgenti e prioritari per la prevenzione del rischio in alcune aree a rischio idrogeologico molto elevato. L’assessorato ha ricevuto un lunghissimo elenco di segnalazioni, per un importo complessivo di diverse decine di milioni di euro. E’ stato quindi indispensabile stabilire una priorità a partire dagli interventi necessari per la difesa degli abitati e degli abitanti, dato che alcuni degli interventi finanziati erano attesi da molti anni e non più rimandabili".

QUATTRO MILIONI PER FIUME OGLIO – Nel dettaglio, a Sonico e Malonno, arriveranno 4 milioni di euro, parte dei quali (600mila euro) per integrare i lavori di sistemazione della confluenza critica tra Val Rabbia e Oglio e parte (3,4 milioni) per realizzare la sistemazione del fiume Oglio verso valle con un adeguamento della sezione idraulica. La seconda convenzione finanzia con 2,1 milioni parte del progetto preliminare presentato congiuntamente dai Comuni di Esine, Piancogno e Cividate Camuno inerente le opere di difesa degli argini prevalentemente in Comune di Cividate Camuno, a protezione delle aree abitate dai fenomeni di piena.

IMPEGNO COSTANTE DI REGIONE LOMBARDIA – "Oggi a Brescia – ha concluso l’assessore al Territorio – abbiamo ancora una volta il segnale concreto che Regione Lombardia e il sistema di enti locali lombardo sa lavorare e, con le proprie forze, è capace di risolvere le criticità pur in mancanza di adeguate risorse dello Stato".

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI