Yara Gambirasio, 400 i bresciani sottoposti al test del dna per la sua morte

0
Bsnews whatsapp

Muratori, artigiani, autisti, studenti, medici, rappresentanti e via dicendo. In totale più di 4mila persone sottoposte negli ultimi anni al test del dna. Il motivo? Scovare l’assassino di Yara Gambirasio, la 14enne ritrovata priva di vita a Brembate Sopra il 26 febbraio 2011, dopo tre mesi dalla scomparsa.

Tra tutte le persone sottoposte al test sarebbero 400 i bresciani, tutti coloro che per qualche motivi si sono travati a lavorare o transitare da Brembate nel giorno in cui la giovane è stata uccisa. Gli inquirenti li hanno individuati tramite le immagini delle videocamere che hanno ripreso le targhe dei loro mezzi, oppure tramite l’aggancio delle celle dei loro telefoni nelle antenne ripetitrici della zona. In questi 3 anni i 400 bresciani sono stati chiamati in città o a Bergamo per il prelievo della saliva tramite la quale la scientifica ha analizzato il dna. L’obiettivo è quello di individuare il figlio naturale di Giuseppe Guerinoni, l’autista, scomparso nel 1999, che avrebbe avuto un figlio da una relazione illegittima, figlio che sarebbe l’uomo che ha ammazzato o è implicato nell’omicidio di Yara. Sue tracce infatti sono state ritrovate sul corpo della giovane.

Secondo quanto riporta il quotidiano Bresciaoggi nel numero in edicola, la maggior parte dei bresciani chiamati per il test sarebbe residente nell’Ovest, tra i comuni di Chiari, Adro, Erbusco, Palazzolo, Iseo e Provaglio.
(a.c.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Ma scusate, mi potreste dire chi sono i genitori di questa povera ragazza ? No, perchè 4000 test del dna per trovare l’assassino mi sembrano un pò troppi. Se dovessero fare tutti i controlli per ogni bambino o ragazzo che muore in Italia saremmo a posto.. A me sembra più una forma di schedatura del dna..

  2. Questo terribile omicidio dovrebbe convincere il governo a prendere obbligatoriamente le impronte a tutti i nascituri ed alle persone che vivono ed entrano in Italia in modo da avere banca dati .In molti casi tanti delitti potrebbero essere risolti in breve tempo Se non costasse molto anche il DNA

  3. Gli inquirenti fanno bene ad approfondire e a continuare a fare prelievi di Dna. Non dobbiamo lasciar perdere, altrimenti gli omicidi possono diventare una abitudine con la convinzione che tanto nessuno mai ci scoprirà.In Italia abbiamo i più grandi investigatori del mondo e di fronte ai casi difficili, come il caso di Yara, i nostri bravi investigatori non si arrenderanno mai.

  4. Una Banca dati del dna ? Ma sì, giusto, visto che poi tanto quando i media VOGLIONO una assassino, lo trovano, e se non lo trovano Avranno il dna per incastrare qualcuno.. Poi… i migliori investigatori del mondo ? Ho i miei dubbi..

  5. @Cecco.. intendo che non solo 4000 esami del dna non li paga la sua famiglia, in questo caso non avrei niente da dire… ma se dovessero sempre fare così… in italia quanto bambini-ragazzi muoiono ogni anno ? chi paga ? per questo chiedevo chi sono i loro genitori.. con quella di mazara del vallo "casualmente" avevano un satellite che puntava proprio la loro casa.. dopo se fai ricerche su internet scopri che il cognato della tipa era un boss mafioso.. ora… se fanno 4000 esami del dna… dovrà pur essere una persona importante o figlia di persone importanti.. per tanto gradirei quanto meno sapere come mai solo per lei fanno così tanti esami… gli altri bambini-ragazzi che sono ? serie B ?

RISPONDI