Aggressioni e furti al luna park: presa banda di ragazzini

5

Il loro terreno era il luna park di Gavardo dove, tra furti e aggressioni, giovanissimi della Val Sabbia sono entrati nel mirino dei carabinieri di Salò e della Polizia locale. L’ultima aggressione è avvenuta, riporta il Bresciaoggi, ai danni di un minorenne al quale hanno rubato il telefono cellulare, durante una fiera.  Gli agenti sono risaliti ai responsabili: si tratta di una banda composta da un 21enne, un 18enne e un 17enne,  tutti con precedenti per furti e aggressioni, e che abitano a Gavardo, Treviso Bresciano e Salò. La vittima è stata avvicinata e il furto è avvenuto in brevissimo tempo. Poi la fuga. Ma gli agenti li hanno rintracciati nelle vicinanze di un bar kebab di Gavardo: uno dei tre ha cercato di disfarsi del cellulare gettandolo in un cestino per i rifiuti, cellulare che poi è stato recuperato e restituito. 

Comments

comments

5 COMMENTS

  1. Si tratta di giovanissimi Italiani della Val Sabbia o giovanissimi Stranieri della Val Sabbia? Di solito quanto sono implicati gli stranieri si scrive esattamente la loro provenienza (Marocco, Albania, Moldavia, ecc.). Devo quindi presumere che trattasi di Ns. connazionali.

  2. Non cambierebbe nulla per quanto riguarda la gravità del fatto. Cambiano invece i commenti che vengono postati. Se si tratta di stranieri i commenti fioccano a volontà. Se sono i nostri silenzio assoluto.

  3. Se sono "nostri", giusto che la legge faccia il suo dovere! Se sono straniere giusto che vengano espulsi! Abbiamo già abbastanza dei "nostri" che delinquono non abbiamo bisogno anche degli "altri". Quindi se italiani che vengano giudicati dallo stato e che venga applicata la legge ma se sono stranieri che vengano rimandati a casa loro!

  4. "gli agenti li hanno rintracciati nelle vicinanze di un bar kebab"…trattasi delle solite risorse migranti, magari quelle a cui qualcuno vuole dare disgraziatamente la cittadinanza italiana….al coccola-immigrati è andata male anche stavolta.

LEAVE A REPLY