So casual: tra i vincitori anche il letto Comoda.mente del bresciano De Santis

0

Sono stati proclamati i vincitori di So Casual, il venticinquesimo contest lanciato da Formabilio.com, la piattaforma di design partecipato che promuove i progetti di designer e aspiranti tali attraverso concorsi online.

Tra i 212 progetti candidati al concorso, è risultato di nuovo tra i vincitori Daniele De Santis, architetto bresciano, classe 1981, progettista di Comoda.mente. Daniele, infatti, era risultato anche tra i vincitori di Passepartout, uno dei precedenti contest lanciati da Formabilio, con il progetto EQUILIBRIO 2.0. Comoda.mente è una testiera da letto composta da una mensola in legno e da 6 cuscini dotati di asole che ne permettono l’inserimento nei poggiaschiena. L’ordine è personalizzabile, a seconda di come si vuole colorare il letto della propria camera.

Nato nel 1981 a Brescia, città dove tuttora vive e lavora, Daniele si definisce un inguaribile curioso, caratterizzato da una forte attrazione per tutto ciò che è oggettivamente bello. Dopo la maturità scientifica, si trasferisce a Venezia e nel 2005 si laurea in

Architettura allo IUAV. Dal 2007 lavora come libero professionista, prevalentemente in campo museografico e nel settore dell’allestimento. L’interior design e la computer graphics sono due passioni parallele che gli consentono di dare libero sfogo alla sua creatività. L’approccio di Daniele all’architettura e al design è ordinato e silenzioso poiché crede che in un buon progetto queste due discipline debbano sparire per dar voce a spazio, materia e funzione. Obiettivo del contest So Casual era la progettazione di arredi e complementi d’arredo utili nella vita di tutti i giorni in cui il comfort e la funzionalità sono intimamente legati allo stile e al buon gusto.

Assieme a Daniele De Santis, Formabilio ha premiato anche Guido Bellucci, giovane designer di Siena e progettista di Rina e Alessandro Damin, giovane designer di Torino e progettista di Polsino.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome