Il presidio dei Forconi di via Orzinuovi e’ smantellato, resta solo una bara vuota sul prato

0

Un intero inverno trascorso al freddo, in mezzo al traffico, in un presidio precario costruito di fianco alla strada. Dopo cinque mesi di resistenza gli attivisti hanno abbandonato il loro fortino, ma non la loro battaglia. Il "movimento dei Forconi", diventato in seguito "Comitato 9 dicembre", ha lasciato il presidio di via Orzinuovi in città, uno dei più longevi a livello nazionale.

Sul prato, visibile al passaggio degli automobilisti, sono rimaste un centinaio di croci, sibolo delle "vittime di Stato", gli imprenditori suicidi a causa della crisi economica, una bandiera e soprattutto una bara vuota ricoperta da una bandiera tricolore. 

Uno degli attivisti bresciani, ricordiamolo, è stato fermato in piazza San Pietro mentre minacciava di darsi fuoco (leggi la notizia). Un altro invece, Andrea Boscolo, col passare dei mesi ha assunto sempre maggior peso nel coordinamento nazionale dei Forconi. Proprio lui ha dichiarato sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane: «Abbiamo resistito più degli altri presidi italiani. Il fatto di non aveva il presidio in via Orzinuovi, però, non vuol dire che abbandoniamo la protesta. Anzi. Abbiamo deciso di smotare perchè l’impegno nei prossimi mesi sarà direttamente sul territorio».
(a.c.)

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome