Forza Italia dura contro Del Bono: naviga a vista

0

Incertezza sul futuro della fiera, nessuna condivisione dei piani strategici, nessun progetto portato in commissione. Gli esponenti cittadini di Forza Italia sono intervenuti ieri in merito alla intricata situazione della fira di Brescia, soprattutto in seguito alle parole di Erminio Fragassa, presidente di Micromegas Comunicazione, la società che dovrebbe realizzare nel padiglione di via Caprera un parco tecnologico, che fanno temere non poco sulla reale volontà di mantenere fede alle promesse fatte (leggi la notizia).

Dopo le dichiarazioni del consigliere di opposizione Massimo Tacconi della Lega Nord (leggi la notizia), è stata la volta ieri degli esponenti di Forza Italia, le cui parole sono riportate nell’edizione odierna di Bresciaoggi. L’ex sindaco Adriano Paroli se la prende anche con Fragassa: «Mi ha dato fastidio l’intervento del presidente Micromegas. Questa persona non può venire da noi e poi accusare la città di non essere all’altezza del progetto. All’inizio si parlava di garanzie economiche per un milione e duecentomila euro per due anni e i dipendenti garantiti per 24 mesi. Le ultime proposte erano diverse. Così trapela ed è dato di sapere. Siamo preoccupati che per fare una fiera ci sono voluti 20 anni e costa. Ricordo a chi di dovere che Santa Giulia e il teatro Grande costano ma non vanno chiusi. La Fiera è ancora in grado di fare sviluppo. Ma dentro questa non chiarezza non si capisce dove si andrà. Cosa sarà Nibiru: parco divertimenti o centro commerciale?».

Se la prende con il sindaco l’ex assessore Paola Vilardi: «Del Bono deve prendersi la responsabilità. Del resto sarà il Comune ad avere l’ultima parola su come utilizzare la Fiera e sull’eventuale cambio di destinazione delle aree dei capannoni. Sono gli uffici comunale a dover dire quali saranno gli strumenti urbanistici da utilizzare per eventualmente cambi di destinazione. E’ evidente che il Comune è il primo attore in questo livello. Non discuto su Nibiru. Noi avevamo individuato un percorso con Paroli. Oggi sembra che sia tutto fermo. Ma noi, come consiglieri, non siamo stati informati».

Infine il capogruppo in Loggia, Mattia Margaroli: «Quando abbiamo chiesto di dedicare un consiglio comunale al comparto fiera lo abbiamo fatto con ragione vista l’evoluzione della vicenda. E l’Amministrazione non ha fatto chiarezza e contua a navigare a vista. Quell’area è strategica per la città. Noi riteniamo assurdo che Brescia rimanga l’unica città del nord senza una fiera. Per questo è importante che venga rilanciato il comparto con il Sindaco che si metta in prima linea. Su questa partita Del Bono ha preso un granchio enorme, altrimenti non si spiega come mai avesse definito Nibiru strategico in vista di Expo. Del resto non abbiamo mai visto un progetto nè un piano industriale».
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome