Protagonisti del Novecento: il nuovo percorso espositivo dedicato a Lindsay Kemp

0

Per il terzo anno consecutivo la Fondazione Cominelli prosegue la sua attività di indagine tesa a svelare gli aspetti privati e meno conosciuti dei grandi protagonisti del Novecento. Il nuovo percorso espositivo sarà dedicato a Lindsay Kemp, coreografo, attore, ballerino e mimo tra i più conosciuti ed apprezzati al mondo, che ha segnato indelebilmente l’arte performativa della seconda metà del secolo scorso.

La sua figura eclettica e caleidoscopica ha influenzato tutta la danza moderna e il teatro dando vita a spettacoli celebri tra cui Flowers e portandolo a creare una compagnia teatrale di cui è stato allievo David Bowie, per il quale negli anni Settanta ha curato la messa in scena dei concerti The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars, una pietra miliare nel genere dell’opera rock.

Lindsay Kemp da sempre affianca il disegno e la pittura alla sua attività legata al palcoscenico; attività parallela ma non secondaria, la pittura è per Kemp una logica conseguenza del suo muoversi sulla scena, la danza si fa segno e diventa una traccia fluida sulla carta, in grado di muoversi liberamente e senza inibizioni, in cui pochi tratti sprigionano energia vitale. Kemp ricorre sempre agli stessi leitmotiv, le stesse figure che compiono le stesse azioni, tracce rapide sulla carta in cui la velocità del tratto supera il pensiero razionale.

La mostra di Lindsay Kemp a cura di Rosanna Padrini Dolcini e Federico Sardella, realizzata con la collaborazione diretta del grande artista (sabato 17 maggio, dalle 18 Fondazione Cominelli di via Padre F. Santabona, 9 a Cisano di San Felice del Benaco) presenterà oltre quaranta opere recenti, inedite o realizzate per l’occasione. Oltre ai lavori su carta, che saranno collocati nelle tre sale del piano nobile del palazzo, saranno esposti una serie di scatti realizzati dal fotografo Carlo Rocchi Bilancini, che mostrano Kemp improvvisare, per la prima volta nella sua carriera, una performance in acqua.

Parte integrante della mostra sarà un video, realizzato dalla regista teatrale Sara Poli, che oltre a filmare la realizzazione di un’opera estemporanea, il giorno dell’ inaugurazione, documenterà la presenza del maestro Lindasy Kemp alla Fondazione Cominelli, ma soprattutto metterà in evidenza il suo rapporto con il disegno e la pittura.

Accompagna la mostra un catalogo con testo di Federico Sardella e la riproduzione di una selezione delle opere esposte.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome