Ubi Banco di Brescia, emessi 10 milioni di social bond a favore di Action Aid

0

Nuova operazione di finanza solidale per il Banco di Brescia che questa mattina, nel corso di un incontro con la stampa nella sede di Ubi di corso Martiri della Libertà, ha annunciato l’emissione di un Social Bond per un ammontare complessivo di 10 milioni di euro i cui proventi saranno in parte devoluti a titolo di liberalità a ActionAid a sostegno del progetto “Io mangio tutto. Si al cibo locale e sano”.

ActionAid è un’organizzazione internazionale indipendente impegnata da oltre 40 anni nella lotta alle cause della fame del mondo, della povertà e dell’esclusione sociale, per migliorare le condizioni di vita delle comunità del Sud del mondo e garantire il rispetto dei diritti fondamentali. ActionAid ha la sua sede di coordinamento a Johannesburg e affiliati nazionali nel Nord e Sud del mondo. Sviluppa numerosi progetti tenendo conto delle peculiarità, delle esigenze e delle priorità delle comunità locali, coinvolgendo 15 milioni di persone in collaborazione con 2000 organizzazioni locali in quasi 50 paesi dell’Africa, America Latina e Asia.

Lo 0,50% dell’ammontare nominale collocato del Social Bond, vale a dire 50mila euro, sarà devoluto dal Banco di Brescia a ActionAid Italia a sostegno del progetto “Io mangio tutto. Si al cibo locale e sano”, con lo scopo di promuovere le tematiche della solidarietà e del diritto al cibo, dall’accesso ad un’alimentazione sana e sostenibile alla promozione di un sistema locale di cibo e di trasmettere il valore della cittadinanza attiva nelle città e nelle province di Brescia, Mantova, Venezia e Roma, coinvolgendo le comunità in un percorso concreto di formazione, educazione e sensibilizzazione che interesserà 4mila bambini delle scuole primarie e secondarie di primo di grado, attraverso laboratori didattici e specifici percorsi nelle scuole, e 40mila tra famiglie, insegnanti, membri delle istituzioni locali e cittadini. Tra Brescia e provincia le scuole che beneficieranno del contributo, saranno una decina.

“Siamo particolarmente soddisfatti di presentare questo nuovo prestito obbligazionario solidale – dichiara Costantino Vitali, presidente del Banco di Brescia – a sostegno di un progetto significativo e di elevato interesse sociale. I Social Bond UBI Comunità testimoniano concretamente il legame privilegiato del nostro Istituto con il territorio, dove siamo cresciuti nel tempo perseguendo uno stile ispirato a criteri di responsabilità sociale, che consideriamo un tratto distintivo della nostra storia e della nostra identità. Nel difficile contesto congiunturale, caratterizzato peraltro dalla continua e progressiva contrazione di risorse pubbliche destinate al welfare – conclude Vitali – la grande tradizione solidaristica espressa dal territorio, che vanta radici antiche, favorisce percorsi di crescita sostenibili e di innovazione sociale, come il progetto realizzato da ActionAid, che intende sensibilizzare i giovani sulle tematiche del diritto al cibo, anche attraverso percorsi che trasmettono il valore della cittadinanza attiva e consapevole”.

Marco De Ponte, segretario generale di ActionAid Italia, commenta: “Siamo molto lieti del percorso di sostegno avviato dal Banco di Brescia e dell’energia profusa in questa iniziativa: la lotta alla povertà e all’esclusione può essere possibile anche grazie ad iniziative di responsabilità sociale. ActionAid ha una “doppia cittadinanza”: siamo presenti in quasi cinquanta paesi a fianco delle comunità più povere del Sud del mondo e al contempo cerchiamo di fare la nostra parte anche in Italia. Il nostro intento è quello di fornire ai cittadini – in particolare le giovani generazioni – gli strumenti per attivare comportamenti socialmente responsabili e per essere motori di cambiamento sul territorio, in questa difficile fase storica del nostro Paese – e continua -. Iniziative come questa sono fondamentali anche per rafforzare il dialogo tra il terzo settore e gli attori economici e istituzionali e per contribuire a innescare circoli virtuosi per lo sviluppo sostenibile dei territori”.

Le obbligazioni emesse dalla Banca hanno un taglio minimo di sottoscrizione pari a 1.000 euro e potranno essere sottoscritte presso tutte le filiali del Banco di Brescia dal 12 al 30 maggio 2014, salvo chiusura anticipata. Le obbligazioni a tasso fisso step up, per un ammontare nominale di euro 10 milioni, hanno durata 3 anni e cedola semestrale, ad un tasso di interesse fissato all’ 1,75% lordo annuo per il primo anno, 2,00% per il secondo anno e 2,25% per il terzo. Le obbligazioni potranno essere sottoscritte esclusivamente da clientela che, durante il periodo di offerta, apporterà nuova disponibilità presso la Banca.

“Quello che presentiamo oggi è il ventesimo social bond emesso dal Banco di Brescia e siamo certi che, come è accaduto per i precedenti, anche questo otterrà un immediato successo tra i nostri clienti – sottolinea il direttore generale del Banco di Brescia, Roberto Tonizzo -. L’esperienza ci dice che quando un cliente si avvicina ad un prodotto bancario che, oltre a dargli un rendimento, ha anche una finalità di carattere solidale, la soddisfazione per l’investimento è maggiore. Credo sia questa la vera forza dei social bond emessi da Ubi”.

L’introduzione dei Social Bond in Italia rientra nella rinnovata strategia commerciale del Gruppo UBI Banca di accompagnamento del Terzo Settore – non profit lungo un percorso di crescita e di innovazione sociale e di sostegno ai progetti ad alto impatto sociale promossi da soggetti pubblici e privati nei territori di riferimento. Da aprile 2012 ad oggi il Gruppo UBI Banca ha emesso 49 Social Bond UBI Comunità, per un totale di emissioni che hanno superato i 500 milioni di euro, cosa che ha reso possibile la devoluzione di contributi a titolo di liberalità per 2 milioni e 513 mila euro volti a sostenere progetti nelle aree dell’assistenza e solidarietà, delle infrastrutture e servizi di pubblica utilità, dell’Università e ricerca e dello sviluppo economico territoriale.

La gran parte di queste obbligazioni è stata sottoscritta con largo anticipo rispetto al termine di chiusura del collocamento, a testimonianza della comunanza di intenti fra il Gruppo e i suoi territori di riferimento. il Progetto Social Bond UBI Comunità, inoltre si è aggiudicato il “Premio Nazionale per l’Innovazione” – cosiddetto “Premio dei Premi” – conferito il 25 giugno 2013 dal Presidente della Repubblica Napolitano per le sue implicite caratteristiche di concretezza ed efficacia nel generare immediati impatti positivi sul contesto socio-ambientale, concorrendo direttamente a supportare lo sviluppo del’economia del bene comune.

Prima dell’adesione, per un’illustrazione esaustiva delle caratteristiche delle obbligazioni, si invita a leggere la Scheda Prodotto congiuntamente al Prospetto di Base, depositato in Consob in data 5 novembre 2013 come modificato ed integrato dal Primo Supplemento al Prospetto di Base depositato presso la Consob in data 8 maggio 2014 ed alle Condizioni Definitive disponibili gratuitamente nelle filiali e sui siti web dell’emittente (www.bancodibrescia.it) da cui sono rilevabili i costi, le condizioni e i rischi tipici dell’investimento in oggetto.

Comments

comments

LEAVE A REPLY