Giro d’Italia, in attesa della tappa camuna la Prefettura fa il punto sicurezza

0

Si è tenuta ieri negli uffici della Prefettura una riunione riguardante l’imminente passaggio bresciano del 97esimo Giro d’Italia; al tavolo si sono seduti i rappresentanti dell’amministrazione provinciale, i comuni di Artogne, Darfo, Piancamuno, Pontedilegno, la Polizia Stradale, il Comando Compagnia Carabinieri di Breno, i Vigili del Fuoco, l’Anas, gli Alpini e la società responsabile dell’organizzazione della competizione ciclistica.

La provincia di Brescia è interessata allo svolgimento della gara in misura piuttosto limitata, in zone di montagna corrispondenti al comprensorio dell’Alta Vallecamonica.

Nella circostanza si è tracciata una mappatura di attività – ciascun ente secondo le proprie competenze – finalizzata ad assicurare il regolare svolgimento della importante competizione sportiva e a prevedere interventi tempestivi di emergenza ove le circostanze lo richiedano.

In sedi separate saranno attivati – da parte degli enti e organi interessati – appositi tavoli finalizzati all’esame e risoluzione di problematiche di carattere squisitamente tecnico-operativo.

Al termine dell’incontro i presenti hanno assicurato di essere pronti a fornire, nei modi opportuni, ogni utile contributo per evitare situazioni di possibile criticità nonché ad assicurare il regolare svolgimento delle operazioni elettorali e l’esercizio del diritto di voto da parte degli elettori interessati, previsti per la giornata del 25 maggio, in corrispondenza con lo svolgimento della gara.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome