Caso Gedit-Zanola, ecco le intercettazioni del sindaco

0
:  “Posso dire solo una cosa: vergogna! Lo dico ai cittadini: fermate sul nascere la viltà”. Con queste parole il primo cittadino di Montichiari – attaccando gli esponenti di Area civica monteclarense – stigmatizza quello che, secondo lei, sarebbe l’atteggiamento di “persone che conosco da una vita”, riportate in un articolo del Giornale di Brescia del’8 maggio scorso a firma Rosario Rampulla.
 
Il tutto nasce dal recente pronunciamento del Tribunale del Riesame di Brescia in merito all’inchiesta sull’ordinanza effettuata dal sindaco di chiusura della discarica Gedit di Vighizzolo. Il Riesame ha infatti confermato l’insussistenza degli indizi di tentata estorsione ai danni dei vertici della Gedit e di falso in atto pubblico. Linea questa, del Tribunale del Riesame, già emersa in occasione dell’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari.
 
A seguito dell’indagine del Nucleo di Polizia Tributaria di Brescia – nella quale erano stati ipotizzati dalla Finanza i reati di falso in atto pubblico, tentata estorsione e  peculato, di cui alleghiamo l’estratto in pdf –  la Procura ha deciso l’arresto della Zanola. Il Riesame si è pronunciato annullando le misure cautelari. Il sindaco, a quanto risulta, resta comunque indagato.
 
Durante l’indagine, la Polizia Tributaria aveva effettuato una serie di intercettazioni telefoniche ed ambientali di cui riportiamo alcuni significativi passi che riteniamo possano essere particolarmente utili ai cittadini monteclarensi nel valutare l’operato e la personalità del loro primo cittadino.
Tutti i seguenti brani sono estratti dalla relazione d’indagine della Guardia di Finanza di Brescia consegnata alla Procura della Repubblica il 18 luglio 2012. I nomi di coloro che non sono personaggi pubblici sono stati sostituiti dalla redazione di Bsnews con la qualifica lavorativa.
 
————————————————————————————————————————————
 
RELAZIONE GUARDIA DI FINANZA
 
…..Ad ulteriore riprova dell’esistenza di una forma di "controllo" da parte del sindaco sull’operato della Polizia Locale, si riporta anche una conversazione tra la citata ZANOLA ed il vice sindaco ROSA Gianantonio, laddove la donna manifesta al suo interlocutore la sua valutazione circa la figura di AGENTE 1  POLIZIA LOCALE DI MONTICHIARI (NOME CANCELLATO), in relazione all’attività di contrasto alle molestie olfattive asseritamente prodotte dalla discarica GEDIT. Una siffatta valutazione non può essere formulata a meno di non essere a piena conoscenza dell’attività svolta, in merito, dal PICCINELLI.
ZANOLA: Ma, sto andando da sola alla scuola elementare e io trovo che AGENTE 1 non sia la persona adatta per fare questa questione della GEDIT. è troppo smidollato.
ROSA: E’ troppo molle ne.
ZANOLA: Molle. Completamente smidollato …
 
————————————————————————————————————————————
 
RELAZIONE GUARDIA DI FINANZA
 
L’ordinanza veniva sottoscritta dal sindaco nella prima mattinata del 12.01.2012 così come si evince da alcuni sms dalla Zanola scambiati con il GIORNALISTA 1 (NOME CANCELLATO)
"Ciao. Non ti disturbo, ma ti chiedo che se per caso in serata facessi l’ordinanza dì chiusura della Gedit di farmelo sapere per favore. Se no ci sentiamo";
"Fatta. La firmo domani mattina. Alle 8.15 vado alla Gedit Baci a Fulmine";
"Ok, grazie. Ci sentiamo domani. Oh, non passarla stasera alla concorrenza. Buona
serata".
Nella prima mattinata (ore 8.00 circa) la ZANOLA colloquiava con TOGNI Marco che già si trovava presso la GEDIT e, confermandogli che l’ordinanza era pronta, gli riferiva che lo avrebbe raggiunto più tardi. La conversazione veniva così conclusa dalla ZANOLA (95):
Zanola: Marco, non divulgare ne le lettere ne … ne le schede né, che non si mettano a mandarmi le schede quando non c’è la puzza perchè allora siamo finiti …
Togni; …
Zanola: tienile ferme un momentino le schede di ieri intendo …
Atteso che non riceveva risposta dal suo interlocutore, la ZANOLA ricontattava immediatamente TOGNI al quale, ribadendo quanto detto nella precedente conversazione, così riferiva (96): 
Zanola: Non divulgare le schede nè Marco … aspetta …
Marco: Non do niente, non do niente …
Zanola: Bravissimo, ok … Ciao ciao ciao.
Quanto sopra appare significativo dell’interesse del sindaco affinché non venissero trasmesse al Comune le schede di rilevazione delle molestie olfattive qualora non vi fosse puzza; ciò perché in tal caso la stessa ZANOLA non avrebbe avuto più motivo per emettere l’ordinanza.
Il 13.01.2012, giusto decreto nr 422/11 R.G. int. P.M., veniva avviata l’intercettazione ambientale delle conversazioni tra presenti negli uffici del sindaco e del vice sindaco di Montichiari.
Nella stessa mattinata veniva quindi registrata una conversazione ambientale intercorsa tra ZANOLA Elena e due uomini non meglio identificati (97). Nel corso della conversazione il sindaco, a richiesta dei suoi interlocutori, precisava che nessun bambino di Vighizzolo è stato male e che è stata lei ad essere andata presso le scuole a far firmare ai genitori le "schede di rilevazione per molestie olfattive" aggiungendo:
sono stata io che… sono stata io che sono andata a scuola e gli ho fatto firmare ai genitori un pacco di moduli, con cui loro dicono che la scuola è stata investita dalla puzza perché altrimenti io chi … che come faccio a chiudere un’azienda?
 
————————————————————————————————————————————
 
RELAZIONE GUARDIA DI FINANZA
 
AGENTE 2 POLIZIA LOCALE MONTICHIARI: Adesso sto appena parlando con una maestra che stamattina dice alle otto c’era comunque un po’ di odore
Zanola: Fa niente. e recuperi il dato di oggi e fate in modo che emerga "non c’è odore. non c’è odore non c’è odore" ok.
AGENTE 2 POLIZIA LOCALE MONTICHIARI: Esatto, va bene d’accordo, la saluto
Zanola: Grazie di nuovo a risentirci
AGENTE 2 POLIZIA LOCALE MONTICHIARI: Preqo, salve.
E’ interessante osservare che, anche di fronte all’affermazione dell’agente della Polizia Locale che una maestra gli avrebbe riferito di un leggero odore mattutino, la ZANOLA così replichi: "Fa niente, e recuperi il dato di oggi e fate in modo che emerga "non c’è odore. non c’è odore. non c’è odore", ok"; frase questa che appare sintomatica della volontà di collegare alla GEDIT le molestie olfattive. 
 
 ———————————————————————————————————————————
 
RELAZIONE GUARDIA DI FINANZA
 
….. nel corso dell’attività d’indagine sono state captate conversazioni dalle quali emerge un rancore latente da parte dell’amministrazione comunale monteclarense, nei confronti della famiglia GABANA, non cessato nemmeno a seguito della morte di GABANA Marcello.
A titolo d’esempio si riporta una conversazione (113) intercorsa tra ZANOLA Elena e tale "COLA" n.m.i. nel corso della quale il sindaco, riferendo al suo interlocutore di aver emesso l’ordinanza di chiusura della GEDIT, così commenta:
 
Zanola : E stamattina abbiamo chiuso, quindi speriamo … però fino a martedì, dopo martedì devo andare in Provincia e bisogna vedere cosa fanno quei disgraziati della Provincia. 
Cola: No, … se no bisognerà … (incomprensibile) … qualcosa c’è sotto di grosso, uno 
Zanola: Ehhh … ma lo sappiamo di Gabana no? Quello che ha fatto in campagna elettorale contro di noi…
Cola: E’ meglio arrivare … arrivare a scoprire qualcosa … almeno …
Zanola:  Ahh ..lo so ma se potessi farlo io l’avrei già fatto … se, se … che lo facciano!
 
————————————————————————————————————————————
 
RELAZIONE GUARDIA DI FINANZA
 
Agente: ehh..và be ., . però … la (incomprensibile) … è un foglio che adesso rimane agli atti, cioè ne …
Zanola E.: Va bene ..magari ne fa presentare un altro di verbale in cui ce la racconta in un modo diverso.
E’ interessante sottolineare come di fronte alle perplessità manifestate dall’agente della Polizia Locale, attesa l’esistenza di un altro documento agli atti del Comando sulla vicenda, atto evidentemente in contrasto con quanto vuol far risultare la ZANOLA, quest’ultima risponda: "Va bene ..magari ne fa presentare un altro di verbale in cui ce la racconta in un modo diverso". 
 
————————————————————————————————————————————
 
RELAZIONE GUARDIA DI FINANZA
 
Rosa G.: lo direi di fargli fare l’acc … l’accordo, la convenzione prima … poi.. quando..
Zanola E.: e poi si vedrà …
Rosa G.: E poi no, poi sappiamo già che diremo di no, però bisogna firmare la convenzione .
 
————————————————————————————————————————————
 
RELAZIONE GUARDIA DI FINANZA
 
Zanola E.: allora, qualsiasi suo timore, lei si rivolga al suo Giampi (DIRIGENTE 1 COMUNE MONTICHIARI) che la tranquillizza. Non si senta responsabile di mezzo perchè se ci  fossero delle responsabilità. …… sono nostre!
Danila nmi: No, ecco, volevo un attimo ….perchè
Zanola E.: No, no, no…….. stia tranguilla. innanzi tutto adesso il tutto andrà sulla PRO LOCO e la PRO LOCO se la cava ……. si arrangiano loro ….
 
————————————————————————————————————————————
 
RELAZIONE GUARDIA DI FINANZA 
 
DIRIGENTE 1 COMUNE MONTICHIARI: lo ti ho cercato perché è venuta da me RITA molto preoccupata. !
Zanola E.: Sì.
DIRIGENTE 1 COMUNE MONTICHIARI: Prima a cercarmi … e mi ha chiesto se provavamo insieme a trovare una quadra rispetto alle auestioni delle spese di rappresentanza.
Zanola E.: Me lo ha detto stamattina, non dorme di notte, ha trovato una sentenza che dice cheaddirittura non potremmo ospitare il presidente del Centro Fiera non potremmo ospitare …
DIRIGENTE 1 COMUNE MONTICHIARI: No perchè non è collegata, perchè hanno una dipendenza, lei sostiene, lei sostiene questo lei dice, tu puoi organizzare pranzi.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome