Elezioni, il Pd bresciano sostiene la candidatura di Morgano

10

Si è svolta ieri a Brescia nella sede provinciale del Pd la conferenza stampa dei Parlamentari e Consiglieri regionali del PD per testimoniare il sostegno del PD bresciano alla candidatura di Luigi Morgano. In apertura l’on. Paolo Corsini ha sottolineato la competenza e l’autorevolezza della candidatura bresciana al Parlamento europeo, vera e propria occasione per il territorio bresciano di riavere un rappresentante a Bruxelles: “Luigi Morgano – è l’unica candidatura  del nostro territorio che può avere una possibilità di elezione. Nessun altro partito ha candidature che possono essere elette. Non lasciamoci sfuggire questa possibilità. Conosco Luigi, che è stato mio vice Sindaco, e ne apprezzo competenze e sensibilità politica”.

 

Anche l’on. Alfredo Bazoli ha  evidenziato la necessità per il territorio di avere candidature di rilievo: “Bisogna recuperare il rapporto con l’Europa che ora è distante dai cittadini. Il Pd vuole cambiare verso per un Europa dei popoli e non burocratica. Con Luigi Morgano il Pd bresciano mette a disposizione dei cittadini competenze e idee per cambiare”. “Il centro destra anche questa volta ha candidato persone di secondo piano o alla fine del loro percorso, – ha sottolineato l’On. Marina Berlinghieri-  in Europa invece ci vogliono impegno e idee. Il Partito Democratico ha dimostrato con le proprie candidature di voler entrare in Europa da protagonisti . Luigi Morgano ben si inserisce in questo contesto.”

Gian Antonio Girelli, Consigliere regionale, ha parlato anche a nome del collega Corrado Tomasi: “Il Pd probabilmente sarà il maggior gruppo all’interno del Partito dei Socialisti e Democratici Europei, e avrà il compito di guidare e cambiare un idea di Europa troppo burocratica. Il nostro territorio ha bisogno di competenze e capacità di intessere relazioni. Penso, ad esempio alle nostre aziende agricole bresciane, che chiedono all’Europa di risolvere i tanti problemi del comparto e penso che con Luigi Morgano abbiamo un’occasione straordinaria per avere un collegamento diretto con i luoghi dove le decisioni di questo comparto vengono prese”.

In chiusura Luigi Morgano – ha ringraziato per gli attestati di stima espressi “Anche i Parlamentari, Cominelli, Galperti e Mucchetti, assenti per impegni di campagna elettorale, mi hanno confermato il logo appoggio. Da parte mia vi è condivisione piena per dare al territorio della mia provincia quel raccordo fondamentale con l’istituzione europea che può far crescere economicamente e culturalmente un territorio tanto importante. Il Pd con Matteo Renzi ha dimostrato di voler Cambiare Verso, anche in Europa possiamo farlo.”  

 

Comments

comments

10 COMMENTS

  1. Tutti schierati, i notabili PD, con Morgano. Benissimo. Lo voto anch’io se ci dice, da Direttore di Sede della Cattolica anche se per poco essendo in arrivo il successore da Milano, con che autovettura sta girando in lungo e in largo l’ampio collegio elettorale pluriregionale del Nord-Ovest, ovviamente in aspettativa lavorativa, e quanto gli sono costate ad oggi queste onerose trasferte. Grazie per la cortesia preelettorale.

  2. Questa favola della presenza di un bresciano in grado, cone recita lo slogan, di portare "più Brescia in Europa" fa sorridere ed è solo propaganda elettorale. Addirittura un Morgano in grado di portare a Strasburgo le problematiche delle imprese agricole ha quasi del clamoroso. Ci risulta che sia stato soprattutto un uomo di amministrazione (dalla Scuola Editrice alla Cattolica di Brescia) e che sia da sempre attento alle problematiche delle scuole private cattoliche (Presidente Nazionale di Adsm-Fism). Ecco, se i piddini ci dicessero invece che Morgano si batterà per le bonifiche a Brescia e la risoluzione delle decine di problemi ambientali nostrani, saremmo invece tutti d’accordo. Lì sì, in Europa, troverà la sede giusta per farsi sentire da bresciano. Ma anche Morgano parla invece di "fare crescere economicamente e culturalmente il territoprio bresciano". Meglio stare sul vago, molto sul vago, non si sa mai. Non è stato rottamato, anzi, è un saggio democristiano. Come dargli torto…

  3. In Europa ci vogliono impegno e idee ci dice l’On.le Marina Berlinghieri. Beh, l’impegno si dimostra dopo e non prima l’assunzione di un qualsiviglia importante incarico. E quanto alle idee, desidereremmo cortesemente di conoscere quali siano quelle innovative e personali che Luigi Morgano porterà in Europa soprattutto per "cambiare verso" secondo il motto renziano. Basta un elenchino, una mappettina, qualche priorità praticabile. Insomma, almeno qualcosina…

  4. certo che magari studiare un pochetto prima … uscire dall’Euro per una nazione che deve importare tutte le materie prime e l’unica che ha (culturale ed ambientale) non riesce a sfruttarla; fermare l’expo al posto di buttar fuori i lestofanti e riprendere subito i lavori per far lavorare migliaia di cittadini etc etc

  5. Ma questo sig. MORGANO mi risulta che perfino alle ultime comunali si sia "distinto" per aver perso clarosomanete e non minimamente eletto nemmeno dal suo schieramento ! Ma veramente il PD di BRescia non aveva nessuna altra faccia giovane se non un quasi settantenne ? Mahhhhhhh …. sarà anche una brava persona ma poi non lamentiamoci se vincono i GIOVANI GRILLINI !!! Ma la LOTTA ALLE POLTRONE non finisce mai !

  6. Le idee (ovvero il programma) del Movimento 5 Stelle in vista delle Europee sono riassunte in sette punti: referendum per la permanenza nell’euro, abolizione del fiscal compact, abolizione del pareggio di bilancio, esclusione dal limite del 3% annuo deficit/PIL degli investimenti destinati all’innovazione ed a nuove attività produttive, adozione degli Eurobond, alleanza tra i Paese mediterranei per una politica comune, finanziamenti specifici per attività agricole e di allevamento finalizzate ai consumi nazionali interni. Se qualcuno ci vuole spiegare il programmino o le ideine del PD che Morgano porterà da Brecsia in Europa, siamo pronti a memorizzare e poi a discuterne.

  7. Ma . cavolo e poi dicono che questi signori sono il nuovo…Ma se il dr Morgano è un vecchissimo della politica….Vecchiss imo e democristiano!!!

  8. Cerco di scoprire quali tracce di sé ha lasciato questo signore nella legislazione europea, ma non mi riesce di trovarne. Non solo: va bene a tutte le fazioni Pd, per cui mi preoccupa. Vorrà dire che voterò 5 stelle.

LEAVE A REPLY