Adescava minori su web fingendosi ragazza: arrestato 22enne bresciano

2

Ha adescato sui social oltre 100 minorenni fingendosi una ragazza bella e disponibile: in manette è finito un operaio 22enne di Brescia. La polizia postale ha scoperto che il ragazzo, su facebook, fingeva di essere Valentina, una  giovane molto avvenente che proponeva incontri sessuali in cambio di immagini porno che poi catalgava. Nonostante nel suo giro fossero finiti anche bambini di 7 anni richiedeva immagini spinte solo ai 15enni e ai 16enni, mentre con gli altri bastavano foto di bambini nudi sotto la doccia o al parco. Dalle indagini sembra che nulla poi si sia mai concretizzato nella realtà e che l’approccio sia rimasto solo virtuale: in pratica alla polizia non risultano casi di violenza o spaccio delle immagini pedopornografiche. La denuncia di pedopornografia è stata fatta da un genitore che ha trovato immagini spinte nel cellulare del figlio: il 22enne tratto in arresto ha ringraziato i poliziotti dicendo: "Mi avete tolto un peso. Da quattro anni vivo questo incubo". L’arresto è stato convalidato e ora è in isolamento a Canton Mombello.

Comments

comments

2 Commenti

  1. L’utilizzo del web sia per adescamenti di minori sia per pedopornografia è purtroppo un cancro maligno e molto diffuso che si annida anche in vari tessuti insospettabili della nostra comunità.

  2. e’ necessario insegnare ai giovani l’utilizzo di questo strumento che può essere molto potente sia in positivo e più facilmnte in negativo. Si pensa di essere soli dietro a un monitor e di poter fare un pò quel che si vuole. Fortunatamente la P.postale vigila e se riesce a fermare qualcuno sia un bene anche per la persona colta in flagrante. Penso che il ragazzo in questione possa trarre beneficio da questo blocco forzato

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome