E dopo la laurea magistrale? Un open day in Cattolica per conoscere gli sbocchi occupazionali

0

Tutte le sei facoltà dell’Università Cattolica propongono un progetto di formazione continuativo, offrendo corsi di laurea magistrale per proseguire gli studi dopo la laurea triennale. Fra le novità, la laurea magistrale   Politiche e servizi sociali per le famiglie, i minori e le comunità, proposta dalla facoltà di Scienze politiche e sociali, attivata da qualche anno presso la sede di Milano e dal prossimo autunno estesa anche alla sede di Brescia per  favorire la frequenza degli studenti provenienti dal territorio della Lombardia nordorientale. Questo diploma è requisito  necessario per accedere alla sezione A dell’Albo degli Assistenti sociali per l’accesso a incarichi dirigenziali.

La Facoltà di Scienze della Formazione ha attivato il corso in Progettazione pedagogica e formazione delle risorse umane  che prepara figure professionali in grado di promuovere e gestire la formazione delle risorse umane, progettare interventi di rete, tra scuola, associazioni e imprese, coniugare le dimensioni giuridiconormative dell’organizzazione e i criteri di competitività nella gestione dei servizi socio-educativi. 

Per chi volesse continuare con gli studi umanistici, la Facoltà di Lettere e Filosofia propone la laurea magistrale in Filologia moderna  intende fornire, da un lato un’ indispensabile preparazione metodologica e disciplinare, e formare, dall’altro, professionisti di alta versatilità e di livello avanzato nei campi dell’editoria libraria e multimediale, della conservazione della memoria, dell’elaborazione culturale, dello spettacolo, della promozione di eventi, dell’informazione e della pubblica comunicazione.

Solo con il conseguimento della laurea magistrale si può diventare psicologi. La sede bresciana propone quella in  Psicologia degli interventi clinici nei contesti sociali, organizzato dalla Facoltà di Psicologia, che permette agli  psicologi di accedere all’esame abilitante della professione.

Per un maggiore grado di conoscenza critica delle lingue straniere, si può proseguire con la laurea in Lingue, letterature e culture straniere della Facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere, che propone tre profili in: Lingue straniere per le relazioni internazionali; Management internazionale,  Letteratura e comunicazione.

Non solo lettere e arti, ma anche la scienza trova spazio tra gli studi magistrali, nello specifico nei due corsi della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali.

Per gli studenti che invece  hanno già le idee ben chiare sul proprio futuro lavorativo, potranno  scegliere fra tre master di primo livello (basta la laurea triennale) e tre di secondo livello ai quali si può accedere solo dopo aver conseguito la laurea magistrale.

Il programma è consultabile sul sito brescia.unicatt.it

Comments

comments

LEAVE A REPLY