Il video-virale su Brescia e i suoi “pota” conquista i social

14
Il manzo all'olio, piatto tipico di Rovato
Il manzo all'olio, piatto tipico di Rovato

Tra i bresciani sta letteralmente spopolando, ma la speranza è che diventi un video-virale di portata nazionale. Un concittadino bresciano si è messo davanti alla telecamera, nemmeno troppo amatoriale, e ha deciso di promuovere le eccellenze bresciane mettendoci direttamente la faccia ma sopratutto di spiegare al resto del mondo il significato e il giusto utilizzo di quel “Pota” con il quale veniamo riconosciuti, etichettati e presi in giro da tutto il resto d’Italia. Scherzosamente, s’intende.

E così il protagonista del video, prima elenca tutte le ragioni che fanno di Brescia una terra meravigliosa “abbiamo i laghi: Iseo, Idro e Garda; le valli: Valcamonica, Valsabbia e Valtrompia; le montagne, la Mille Miglia, il Franciacorta, lo spiedo, il manzo all’olio, etc”, poi si sdoppia e si inventa i personaggi dell’imbianchino e dell’ex imbianchino arricchito che gli servono per spiegare i molteplici significati dell’intercalare “pota”.

Per farlo decide di utilizzare il dialetto come lingua base e di far seguire il “pota” da espressioni poco eleganti, ma certamente comuni nel parlato della vita di centiere. A spiegare dei quattro possibili modi di usare il “pota” c’è una voce fuori campo, rigorosamente in italiano. Ciò che ne esce è uno spaccato autoironico e divertente della brescianità. Forse non servirà a far capire il nostro “pota” a chi non è autoctono bresciano, ma di certo una risata ve la strapperà.

Comments

comments

14 Commenti

  1. "uno che bestemmia fa ridere?" fa morir dal ridere e mi fa straridere la tua risposta da ciellino magari fazzuolato verde. il video citato nell’articolo e’ quanto di meno diverentente esisa. faceva piu ridere pippo franco al bagaglino.

  2. ma quali prelati??? mosconi può far ridere o meno (a parte che definirla "graffiante ironia" mi pare senza senso) ma non è che se uno ride per mosconi non può trovare divertente il video in questione

  3. Complimenti, autoironico e divertente…ma vero. Comunque io di bestemmie non me ho sentito, chi dice di aver sentito bestemmie in questo video probabilmente non sa cosa è una bestemmia.

  4. Guarda che hai capito male, le bestemmie di cui parlano non le hanno sentite nel video ma sono quelle che caratterizzano l’ ironia di Mosconi a cui il primo commento fa riferimento.

  5. A te non fará ridere, ad altri "cretini" come li chiami tu invece si…e magari sono gli stessi "cretini" che ridono guardando anche Mosconi…(il termine "cretini" é stato preso in prestito dal sig. Ravioli, con ciò non voglio offendere nessuno)

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome