Scatoloni fuori dai negozi in centro storico: lamentele nei confronti di Cauto

0

Due ore che fanno la differenza. Se fino a pochi giorni fa Cauto, cooperativa che gestisce per conto di Aprica il ritiro degli scatoloni dei negozi in città, aveva fissato come orario di esposizione delle scatole le ore 19, ora il tutto è stato anticipato alle 17. Il risultato? Centro storico costellato di ammassi di scatoloni nel momento di maggior affluenza dei cittadini, all’uscita dall’ufficio.

Secondo quanto riporta il quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane sono molti, praticamente tutti, i commercianti che si lamentano per la situazione che si è venuta a creare. Sebbene per alcuni sia anche comodo svuotare il negozio, specie se di piccole dimensioni, dalle scatole ingombranti, tutti sono concordi col dire che non si tratta di un bel biglietto da visita per la città. Soprattutto se a visitarla sono turisti.

Due i commenti riportati dal quotidiano. Il primo quello di Francesca Guzzardi Piovani, presidente del Consorzio Brescia Centro: «Sono certa che la cooperativa provvederà al più presto a correggere il tiro. Resta il fatto che quando si prendono decisioni che riguardano il centro storico bisogna pensarci dieci volte di più perché si corre il rischio di distruggere in un attimo gli sforzi fatti in tanti anni».

E’ la volta poi di Cauto, per voce della responsabile della comunicazione Sara Bellusci: «Abbiamo avuto una riduzione dei volumi ritirati e questo ha fatto sì che gli operatori arrivassero in centro ben prima delle 19 senza trovare nulla. Il consorzio avrà la massima disponibilità a discutere la cosa all’interno della convenzione con Aprica».

Proprio i vertici di Aprica, assieme a quelli di Cauto e del Consorzio, sono stati convocati dal sindaco a Palazzo Loggia. Nei prossimi giorni l’incontro.
(a.c.)

Comments

comments

LEAVE A REPLY