Si sposa due volte, si pente e si denuncia: marocchino accusato di bigamia

0

Si è sposato due volte, se ne è pentito e così ha deciso di autodenunciarsi. Il protagonista di questa storia  un imprenditore marocchino, da quindici anni a Brescia: ora è indagato per bigamia, reato che in Italia prevede una pena fino a  anni. L’uomo, scrive il Giornale di Brescia, a 39 anni si è sposato per la prima volta con una ragazza italiana nel 2013, dopo 12 anni di fidanzamento.  Lui si converte al cristianesimo e fa battezzare anche il figlio. Poi nella sua vita entra un’altra donna, marocchina alla quale l’imprenditore da lavoro come barista. Lei, oltre all’impiego, chiede casa, più soldi e un rapporto sessuale. Lui alla procura dichiara di non aver mai consumato quel rapporto, ma a febbraio lei gli dice di essere incinta e gli chiede di sposarla o lo avrebbe denunciato alle autorità marocchine che prevedono matrimonio in caso di gravidanza.  Lui allora, il 14 febbraio scorso, decide di sposarla diventando bigamo. La gravidanza era un’invenzione, ma lui è ormai sotto ricatto dalla seconda moglie: arrivato al limite ha deciso di autodenunciarsi. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ma veramente i nostri giudici devono ocuparsi di queste FOLLIE che riguardano altre culture non cònsone alla nostra ?? Ma veramente questa gente qui pensa di venire in Italia e fare e disfare e poi addirittura di autodenunciarsi …. facendo così far lavorare altri che avrebbero ben altro da fare che pensare a queste str…… storture ?

LEAVE A REPLY