L’Asl replica ai sindacati: vi sbagliate, il piano per l’Expo c’è

0

Con una lunga nota, l’Asl di Brescia risponde alle accuse di Cgil, Cisl e Uil che nei giorni scorsi avevano accusato l’ente di viale Duca degli Abruzzi di non aver ancora predisposto il piano straordinario di sicurezza e salute chiesto dalla Regione in vista di Expo 2015. In particolare l’Asl afferma di aver inviato il piano in questione al Pirellone lo scorso 15 maggio.

ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO

L’ASL di Brescia comunica con una nota di aver predisposto un Piano Straordinario di Controllo e Sorveglianza correlato alla manifestazione Expo 2015 riguardante le attività inerenti la sicurezza alimentare, l’igiene pubblica e la prevenzione veterinaria. Tale Piano è stato inviato alla fine del mese di aprile a Regione Lombardia che ha formalmente espresso parere favorevole il 15 maggio scorso, evidenziandone la coerenza con le indicazioni a suo tempo fornite.

Il contenuto del Piano Straordinario di Controllo e Sorveglianza prevede un incremento della vigilanza e del controllo delle attività di ristorazione e somministrazione (verrà ad esempio aumentato il numero di prelievi per la verifica sanitaria degli oli di frittura), della vigilanza e controllo sulle strutture turistico recettive; contempla l’implementazione delle azioni finalizzate alla tutela dei consumatori attraverso il controllo sulla gestione delle criticità nella filiera agroalimentare; in particolare, si prevedono più controlli tra le aziende produttrici di vino, di olio e di verdure “quarta gamma” (cioè le verdure in busta).

Nel Piano sono inoltre inseriti i controlli nella filiera della produzione di alimenti di origine animale DOP, IGP e tradizionali. Il Piano straordinario dei controlli dell’ASL di Brescia prevede l’assunzione di 4 operatori a tempo pieno per una spesa complessiva di 252.000 Euro. Per quanto attiene i controlli relativi alla sicurezza nei luoghi di lavoro l’ASL di Brescia ritiene che siano sufficienti quelli previsti dal piano di vigilanza annuale dell’Azienda, non essendo previste per il 2015 opere strutturali in relazione ad Expo nel territorio di competenza.

Pertanto l’ASL si sta muovendo in piena sintonia con le indicazioni e i tempi previsti da Regione Lombardia per l’attuazione delle azioni del Piano Straordinario di Controllo e Sorveglianza correlato alla manifestazione EXPO 2015.  

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome