Risultati elezioni europee: ecco tutti i commenti dei politici bresciani

0

All’indomani del risultato elettorale europeo, arrivano anche i primi commenti dei diretti (e indiretti) protagonisti bresciani della corsa a Strasburgo.

ECCO TUTTI I COMMENTI DEI POLITICI BRESCIANI:

[14.55] Pietro Sbaraini (Ncd)

"Oggi se vogliamo fare una riflessione seria dobbiamo ammettere che abbiamo bisogno di rinnovarci. Serve pensare al futuro e lavorare insieme a Forza Italia".

[14.46] Mariastella Gelmini (Fi)

"E’ stata la campagna elettorale più difficile dal ’94 per Forza Italia e i motivi sono molteplici: dalla scissione all’interno del Pdl alla decadenza di Berlusconi fino ai vincoli giudiziari che hanno limitato il suo potere d’azione, oltre ad una crisi che ha portato sfiducia generalizzata nella politica. In ogni caso rivendico un risultato considerevole di Forza Italia in Lombardia, dove il Movimento 5 Stelle è risultato il terzo partito e non il secondo. Lo stesso Giovanni Toti in Lombardia ha preso 120mila preferenze solo a Milano e 13mila a Brescia. La Morale? Si riparte da Milano, da Brescia e in genere dalla Lombardia . Oltre a fare un bagno di umiltà, ciò c’è da fare oggi è rimboccarsi le maniche e creare una nuova classe dirigente"  

[13.34] Michele Orlando (Pd)

"Quello che abbiamo ottenuto è un risultato importante, frutto del nostro merito ma anche del demerito dei nostri avversari che hann sbagliato tutto e hanno pagato il prezzo per aver trascurato l’Europa. Ora la sfida, alla luce di questo grande consenso, è consolidare il risultato. Era già successo nel 2008 con Veltroni e il Pd al 33,8% di ottenere un successo importante, ma poi non siamo riusciti a consolidarlo e mantenerlo. La sfida del futuro sarà dimostrare che quello che abbiamo promesso lo manterremo e che siamo davvero la politica che decide di cambiare se stessa" 

[11.46] (Pd)

 “Il risultato in città ed in provincia di Brescia alle Europee 2014 è stato al di sopra di ogni previsione. Si realizza il sogno di quanti, democratici, liberali, socialisti e cattolici hanno lavorato insieme a Renzi per offrire al Paese una proposta politica capace di far uscire l’Italia dalla crisi e condurre in Europa una nuova politica di sviluppo e democrazia.

Grazie alla straordinaria vittoria del PD e di Renzi oggi l’Italia ha conquistato un ruolo di guida per una nuova Europa che intenda proseguire il pacifico processo di unificazione e aggregazione non solo monetaria ed economica , ma anche politica e sociale, attraverso la partecipazione dei cittadini e il rafforzamento della politica.

In città , dove ben 7 comitati hanno sostenuto solo qualche mese fa la candidatura di Renzi alla guida del Pd, il PD ha ottenuto il 46,5%, un nuovo esaltante risultato, dopo la riconquista della Loggia solo un anno fa, dovuto anche alla presenza sul territorio di tanti cittadini, attivisti, militanti che nel confronto quotidiano, hanno portato avanti e promosso il progetto di Matteo Renzi.

La speranza e la fiducia di questo importante successo richiamano anche a Brescia il PD all’impegno ed alla responsabilità per un lavoro sempre più serrato nelle istituzioni e sul territorio per rappresentare i cittadini e favorire un cambio di verso nella difficile situazione economica e sociale che attraversa il Paese

La ciliegina sulla torta rappresentata dall’elezione in parlamento di , candidato bresciano alle europee, ci riempie di orgoglio ed attiva un filo diretto tra Srasburgo, Bruxelles ed il nostro territorio: quando il Pd bresciano è unito, presenta candidature serie e qualificate, si propone, senza paura, come partito maggioritario degli italiani, i risultati si raggiungono”.

[11.03] Fabio Rolfi (Lega Nord)

da Facebook “Buona ma prima, ora i comuni. Grazie a tutti gli straordinari militanti della lega ed a tutti gli elettori”

[8.09] Emilio Del Bono (Pd)

da Facebook “Il partito democratico in città sfiora da solo il 47 %. Grazie Brescia. Ora bisogna continuare a lavorare con umiltà e determinazione a tutti i livelli”.

[00.10] (Pd)

da Facebook “Godo”.

[16.30] Beccalossi (FdI)

"All’amarezza per non aver raggiunto la soglia europea del 4%, fa da contraltare la soddisfazione per il notevole incremento di voti ottenuto da Fratelli d’Italia-An nell’intero Paese, in Lombardia, a Brescia e in provincia. E’ indiscutibile che Renzi sia il vero vincitore di queste elezioni. Una vittoria scandita da un leader giovane che ha saputo porre la sua personalità e il proprio carisma assolutamente prima del simbolo del suo partito, offrendo una speranza a un Paese sempre più stanco e in crisi. Una tendenza, quella di puntare sulla freschezza di figure politiche giovani, che si conferma anche nel centrodestra dove la nostra Giorgia Meloni e Matteo Salvini vengono premiati, a livello personale, con preferenza da record. Giovani con storie diverse e con nuovi progetti dai quali dobbiamo ripartire per costruire un’alternativa credibile a Renzi e al Pd e che guardi al futuro della nazione, della Lombardia e di Brescia". 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Nessuno si sofferma sulla sconvolgente vittoria ottenuta ai piedi dell’Etna nel comune di Maletto? Forse meglio abbandondare il nord e trasferirsi al SUD.

  2. SE il sinistroide va a guardare il piemonte per eccitarsi allora io sono autorizzato a guardare alla Francia di madame Le Pen? Presto su questi schermi….intanto mi accontento della piccola Adro dove si erano alleati tutti da forza italia al pd alla cgil per far perdere la Lega e la Lega ha stravinto ancora.Un saluto anche al "benefattore" della mensa e ai coccolaimmigrati vari che si sono impegnati tanto su Adro…ciao ciao!

  3. Sbaglio o Lancini è stato, come si dice in politica, "trombato" alle Europee ? Chi poi si eccita per Adro fa bene, ognuno ha diritto ai suoi piccoli piaceri.

  4. Si, Lancini ha preso 15mila preferenze e ha rieletto il sindaco ad adro nonostante fango e santa alleanza contro di lui. Il grosso piacere è che avete passato 2 anni a dire che la Lega era a morta invece si scopre che Salvini è il più preferenziato in tutta italia. Mentre voi siete diventati una dc metà veline senza cervello e metà intrallazzoni(vedi il vostro eletto bresciano).Contento tu.

  5. Propongo una nuova statua ad ADER, culla del miracolo padano, un bel bassorilievo raffigurante le guerre puniche e il mitico ANNIBALE che quasi riusci’ a distruggere ROMA.

  6. è inutile che fai lo spiritoso sinistro, lo sappiamo tutti che in sede cgil e tutte le altre associazioni coccolo immigrati che da 8 anni vengono ad Adro a piangere contro i cattivoni leghisti (per non parlare di giudici e magistrati) si stanno facendo trapiantare il fegato per l’ennesima volta.Allearvi con forza italia non vi è bastato….

  7. mi gaso quando mi danno del "sinistro" o del coccola immigrati. anzi, son talmente gasato che prendo la benna e vado a farmi un selfie con la statua di nerone. una persona che ha SOLO PENSATO di poter installare una statua di nerone in una rotonda del meraviglioso comune di adro merita il mio imperituro rispetto.

  8. Aggiungo che a Coccaglio il sindaco leghista tanto criticato sui giornaloni perchè ha messo un po’ di pepe sulla coda dei "fratelli migranti" è stato rieletto con il 60%. E io godo.

  9. Questa volta voglio fare una cosa che non ho MAI fatto su facebook, voglio esprimere un pensiero riguardante la politica……..
    Ho visto le percentuali dei votanti alle recenti elezioni regionali, mi chiedo è tutta colpa dei politici o la gente a perso la ragione?
    Io non credo che sia tutta colpa dei politici, credo che la gente abbia perso la ragione, il motivo di questa mia riflessione viene dal fatto che in Emilia romagna è stato eletto un governatore con 615.723 sul totale di aventi diritto al voto di 3.460.402, fatti due piccoli calcoli praticamente il 18% .
    I 2.844.679 di votanti che sono rimasti a casa penseranno, " hai visto gli abbiamo dato una lezione, adesso capiranno" niente di più sbagliato, si troveranno per i prossimi 5 anni un governatore che loro non hanno votato e che sarà legittimato a prendere qualsiasi decisione, ma la cosa che più mi manda in bestia è che criticheranno, CHI NON VA A VOTARE DEVE STARE ZITTO!!!!!!.
    Si deve stare zitto perchè ha avito la possibilità di esprimere la propria opinione e se è FREGATO!!!
    E non si dica che sono tutti uguali, bene o male dobbiamo essere governati e non è rimanendo a casa che si cambiano le cose, se si rimane a casa si lascia scegliere gli ALTRI!!!!
    E non ne faccio un problema di partito, avrebbe potuto vincere chiunque il problema èra lo stesso, la gente si deve mettere in testa che piaccia o no deve decidere.
    Per protestare si sarebbe potuto spostare il proprio voto su un partitino qualsiasi, allora si che si sarebbe veramente dato un segnale, immaginate un pò un partitino che prende normalmente lo 0.02% si trova di punto in bianco con il 35%, questo è un vero segnale.
    Comunque con questo non voglio dire che si sarebbero risolti tutti i problemi, pero di sicuro qualcuno si sarebbe preoccupato, invece adesso c’è la parziale consolazione (secondo me) di dire "bhe pero nonostante il calo siamo sempre i primi".
    Siamo noi che abbiamo le redini in mano ma se non sappiamo dirigere il carrozzone andiamo fuori strada non per colpa del cavallo ma del guidatore

  10. Questa volta voglio fare una cosa che non ho MAI fatto su facebook, voglio esprimere un pensiero riguardante la politica……..
    Ho visto le percentuali dei votanti alle recenti elezioni regionali, mi chiedo è tutta colpa dei politici o la gente a perso la ragione?
    Io non credo che sia tutta colpa dei politici, credo che la gente abbia perso la ragione, il motivo di questa mia riflessione viene dal fatto che in Emilia romagna è stato eletto un governatore con 615.723 sul totale di aventi diritto al voto di 3.460.402, fatti due piccoli calcoli praticamente il 18% .
    I 2.844.679 di votanti che sono rimasti a casa penseranno, " hai visto gli abbiamo dato una lezione, adesso capiranno" niente di più sbagliato, si troveranno per i prossimi 5 anni un governatore che loro non hanno votato e che sarà legittimato a prendere qualsiasi decisione, ma la cosa che più mi manda in bestia è che criticheranno, CHI NON VA A VOTARE DEVE STARE ZITTO!!!!!!.
    Si deve stare zitto perchè ha avito la possibilità di esprimere la propria opinione e se è FREGATO!!!
    E non si dica che sono tutti uguali, bene o male dobbiamo essere governati e non è rimanendo a casa che si cambiano le cose, se si rimane a casa si lascia scegliere gli ALTRI!!!!
    E non ne faccio un problema di partito, avrebbe potuto vincere chiunque il problema èra lo stesso, la gente si deve mettere in testa che piaccia o no deve decidere.
    Per protestare si sarebbe potuto spostare il proprio voto su un partitino qualsiasi, allora si che si sarebbe veramente dato un segnale, immaginate un pò un partitino che prende normalmente lo 0.02% si trova di punto in bianco con il 35%, questo è un vero segnale.
    Comunque con questo non voglio dire che si sarebbero risolti tutti i problemi, pero di sicuro qualcuno si sarebbe preoccupato, invece adesso c’è la parziale consolazione (secondo me) di dire "bhe pero nonostante il calo siamo sempre i primi".
    Siamo noi che abbiamo le redini in mano ma se non sappiamo dirigere il carrozzone andiamo fuori strada non per colpa del cavallo ma del guidatore

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome