Seggio della Badia: disoccupato riceve la scheda elettorale e cerca di inghiottirla, poi la sputa

0

46 anni, gli ultimi tre passati alla ricerca di un lavoro, con moglie a carico e soprattutto cinque figli da sfamare e mandare a scuola. L’ennesima protesta di Salvatore Brosco, 46 anni, si consuma al seggio elettorale 322 della Badia intorno alle ore 10. L’uomo riceve la scheda elettorale, dichiara che nessun candidato lo rappresenta, appallottola il foglio e davanti agli scrutatori cerca di inghiottire la scheda. Il tentativo va a vuoto, così Brosco sputa la scheda, che viene annullata, firma sul verbale del presidente di seggio e vota regolarmente su altra scheda nuova di zecca.

Il 46enne è ormai tristemente noto per le sue proteste. Ricordiamo che in febbraio aveva cercato di darsi fuoco in piazza San Pietro a Roma, mentre a marzo si era incatenato in piazza Repubblica davanti all’assessorato all’Istruzione, una protesta contro l’abolizione della Dote Scuola Regionale per gli alunni della scuola primaria.
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. se nessun candidato lo rappresenta poteva semplicemente dichiararsi elettore non votante e non esprimere nessuna preferenza,senza rischiare un soffocamento da scheda elettorale!

LEAVE A REPLY