Summer School per l’ambiente: incontro su sicurezza alimentare, energia e biodiversità

0

Quest’anno, la Summer School dell’Alta Scuola per l’Ambiente (ASA) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore sarà intitolata “EXPO 2015, smart cities, sostenibilità del territorio. Tra branding e formazione”. L’evento, che si svolgerà a Rovereto (Tn) dal 29 al 31 maggio nell’ambito del Festival dell’Economia “Classi dirigenti, crescita e bene comune”, rappresenta un palcoscenico di riflessione e di dialogo in vista di EXPO 2015.

Fra meno di un anno l’esposizione universale aprirà i suoi cancelli e sarà l’occasione in cui i protagonisti della comunità internazionale si confronteranno sulle maggiori sfide che attendono il pianeta. L’attenzione si concentrerà in primis sul tema della sicurezza alimentare, ma anche sulla tutela della biodiversità e del territorio e sulla produzione di energia. Come si sta preparando l’Italia a questo evento? La Summer School mira a indagare come possono coniugarsi le questioni sul piatto con il nostro stile di vita e come si inserisce il paradigma “smart city” nel panorama complessivo considerando che nel 2050 il 70% della popolazione mondiale vivrà nei centri urbani.

Potrà la smart city salvare il mondo? Città intelligenti e città resilienti sono due facce della stessa medaglia? Se, fino ad ora, gli stati hanno sostanzialmente fallito nell’affrontare il cambiamento climatico, forse è giunto il momento di dare una chance alle città. Possono, le amministrazioni cittadine, offrire le soluzioni giuste? Mentre le agende urbane si allargano – inclusività, coesione sociale, sviluppo sostenibile – e le città si coinvolgono in network internazionali, l’Europa e i governi nazionali restano in cerca d’autore.

Le città, quali centri di innovazione tecnologica e sociale sono balzate al centro dell’attenzione pubblica. Catalizzatori di creatività e motori della crescita, gli spazi urbani rivendicano con forza il ruolo da protagonisti e costituiscono la chiave di volta per generare nuovi stili di vita. -Think global, act local è la strategia che guida le città nel percorso verso la trasformazione.

La Summer School di ASA, attraverso docenze di livello universitario e testimonianze di realtà istituzionali e imprenditoriali emblematiche, racconterà come a livello locale già esistano e vengano comunicate best practices, realtà private e pubbliche attente alla protezione dell’ambiente, alla salubrità dei prodotti, alla tutela del cittadino e del consumatore, nell’ottica della sostenibilità del sistema economico e sociale locale, e della valorizzazione del territorio e dei suoi abitanti. Tra gli altri interverranno il direttore per le Relazioni Esterne di Padiglione Italia Expo 2015 Alberto Mina, l’ex ministro Flavio Zanonato, l’assessore della provincia di Trento Michele Dallapiccola, il sindaco di Rovereto Andrea Miorandi, il presidente dell’aereoporto veronese Paolo Arena, il vicesindaco di Brescia Laura Castelletti, il direttore della didattica dell’Università Cattolica Michele Faldi, il direttore di ASA Pierluigi Malavasi.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome