Spaccio di droga, arrestato tunisino con mezzo chilo di hashish

0

A seguito di diverse segnalazioni di attività di spaccio in zona stazione giunte nei giorni scorsi in Questura il Questore Luigi De Matteo ha disposto il potenziamento del controllo del territorio. E proprio durante questa attività, svolta in sinergia dal personale in divisa dell’U.P.G.S.P. e quello in borghese della Squadra Mobile, è stato arrestato ieri un cittadino tunisino, B.T. del 1967, con oltre mezzo chilo di hashish.

Gli agenti lo hanno sorvegliato mentre era seduto, insieme ad un connazionale, tale C.H., ai tavolini esterni di un bar di via Divisione Tridentina e poi sono passati alla perquisizione.  A C.H. hanno rinvenuto 1,87 di hashish, mentre B.T. è stato trovato in possesso di 310 euro in banconote di piccolo taglio, per le quali non è stato in grado di dare spiegazioni plausibili. Per cui gli agenti della Squadra Mobile hanno proceduto alla perquisizione della sua abitazione di B.T.  in via San Polo e nascoste all’interno di un sacchetto di cellophane, dietro ad una credenza, hanno rinvenuto cinque tavolette di hashish, ed altri tre pezzi della stessa sostanza, per un peso complessivo di 571,45 grammi. La sostanza e il denaro sono stati sequestrati. B.T. è stato tratto in arresto per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, mentre il suo connazionale, alla luce del modico quantitativo rinvenuto, è stato indagato in stato di libertà per lo stesso motivo.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. S’ tanto hanno appena ridotto le pene per gli spacciatori: infatti il ministro della giustizia del PD è tutto contento perché verranno scarcerati 4000 condannati

  2. 4000 condannati per spaccio di droga leggera che sono stati giudicati come spacciatori di droga pesante a causa di una legge pensata male in partenza…equiparar e leggere e pesanti è sbagliato a livello medico e sociale, sarebbe come dare la stessa condanna a un omicida in preda a un raptus e a un serial killer che torturatore…e per la precisione, non verranno "scarcerati" ma rigiudicati in base alle pene più basse previste e quindi scarcerati.

  3. Sì, sì la rigiri come vuole: se non è zuppa è pan bagnato. Il risultato è 4000 scarcerati che non sono povere santarelline….poi non si lamenti se suo figlio si compera con i suoi soldi un po’ di leggera o pesante, tanto gli studi medici, sociali ecc, ecc. Io in modica quantità preferisco formaggio, salame, vino e tanta frutta.

  4. Non la giro in nessun modo, sono dati di fatto quelli che dico…i vostri sono solo sfoghi sparati a caso senza conoscere le cose…comunque se mio figlio comprasse droga preferirei la marijuana alla cocaina, che almeno non provoca dipendenza. E vi faccio notare che l’alcool crea più danni della marijuana all’organismo, ma quello è legale quindi va bene…no?

  5. uno spacciatore di mezzo chilo rimane dentro comunque. La legge Giovanardi non distingueva la gravità dello spaccio e quindi rischiava lo stesso sia chi passavo uno spinello sia chi spacciava ero e coca. Non é la stesa cosa. Poi se qualcuno vuol raccontare falsità….

  6. Inoltre la legge Giovanardi non é decaduta per volontà politica di qualcuno ma é stata bocciata dalla Corte Costituzionale, perché chi l’ha scritta ed approvata (destra e lega) non sanno fare le leggi. Se poi qualcuno vuol raccontare palle….

  7. Quando ci si deciderà a smettere di lasciare il commercio delle sostanze in mano alla criminalità, sarà sempre troppo tardi… Al commentatore delle 16.37 dico che preferisco che mio figlio non compri né leggera, né tantomeno pesante (e neppure alcolici o tabacco o psicofarmaci), ma che se proprio volesse vorrei che potesse farlo legalmente ed in modo sicuro, senza essere costretto ad entrare in contatto con dei delinquenti.

  8. prova a fumarti 500g in un giorno, poi ce lo racconti se è lo stesso… Per quanto possa dar fastidio ai conniventi con lo spaccio (i proibizionisti), il paragone può essere un quartino di rosso al giorno o una damigiana di rosso in un giorno… Se poi, una legge cretina e criminogena dicesse che se detengo una damigiana di rosso sono un alcolista o, peggio, un contrabbandiere di alcool, lascio alle persone di buon senso trarre le conclusioni.

LEAVE A REPLY