A giugno all’Ikea comprando una borsa blu si aiuta a costruire un ospedale

0

Per ogni borsa blu grande Frakta venduta dal 1 al 30 giugno, Ikea Italia donerà l’intero prezzo di acquisto (0,60 euro ) a Medici Senza Frontiere; i clienti  potranno poi decidere di fare la loro parte, scegliendo di donare 1 euro su qualsiasi acquisto, dando così il loro contributo. I fondi raccolti finanzieranno l’ampliamento dell’Ospedale di Gondama e la realizzazione di un nuovo ospedale pediatrico a Bo, in Sierra Leone, per salvare la vita di mamme e bambini.

 

Per diminuire la mortalità materno infantile, è necessario garantire l’accesso alle cure ostetriche e pediatriche: con i fondi raccolti, infatti, Medici Senza Frontiere ristrutturerà l’ospedale di Gondama, che accoglie mensilmente una media di 500 pazienti pediatrici, 100 bambini malnutriti e 50 donne incinte e costruirà una nuova struttura a Bo, seconda città della Sierra Leone. 

"Ampliando l’ospedale di Gondama potremo curare più di 500 bambini e 50 donne incinte al mese, e con il nuovo ospedale pediatrico di Bo potremo coprire i bisogni medico-umanitari di oltre 300.000 persone", afferma Gabriele Eminente direttore generale di Medici Senza Frontiere, "Avere al nostro fianco IKEA ci permette di implementare tutte queste attività e aumentare il nostro impatto sociale in maniera concreta ed efficace, in Sierra Leone e in oltre 66 paesi in tutto il mondo".

Dal 2004, IKEA e Medici Senza Frontiere lavorano insieme per diminuire la mortalità materna infantile e per garantire l’accesso alle cure ostetriche e pediatriche.

Comments

comments

LEAVE A REPLY