Centro regionale studi Longobardi, Rolfi (Lega): grande riconoscimento per la città di Brescia

0

La Giunta regionale  ha approvato in data odierna l’adesione di Regione Lombardia, in qualità di socio fondatore, al Centro studi longobardi, nato dall’esperienza bresciana sviluppatasi all’interno della fondazione Brescia Musei. Nel merito è intervenuto il vice capogruppo della Lega Nord e promotore dell’iniziativa, Fabio Rolfi.

"Si tratta di una grande opportunità – spiega l’esponente bresciano del Carroccio – per il territorio lombardo e in particolar modo per la provincia di Brescia, che può vantare siti longobardi di rilevanza internazionale, come il complesso di Santa Giulia, che verranno senz’altro valorizzati dall’attività scientifica e culturale del centro. Questo passo per Brescia costituisce un notevole riconoscimento di quanto è stato fatto negli anni scorsi, un lavoro che già ha prodotto importanti risultati; grazie al Centro studi ci sarà la possibilità di realizzare maggiori sinergie, anche di natura istituzionale e di promozione turistico-culturale. Per questa ragione voglio esprimere un particolare ringraziamento all’Assessore regionale alla Cultura, Cristina Cappellini, per l’attenzione avuta e il lavoro svolto."

“Faranno parte del centro, in qualità di soci fondatori oltre alla Regione, le province di Brescia, Varese e i comuni di Castelseprio, Gorlate Olona e Brescia. La nostra città, patrimonio Unesco con Santa Giulia, diventerà così un riferimento nazionale e mondiale per la rete UNESCO dei siti Longobardi e avrà l’opportunità di far apprezzare in maniera sempre maggiore a livello internazionale il proprio patrimonio di epoca longobarda. L’auspicio – conclude Fabio Rolfi – è che non ci si fermi ma si vada oltre, costruendo una rete nazionale ed internazionale, come prevede lo stesso statuto del centro, dei siti longobardi."

Comments

comments

LEAVE A REPLY