Turismo, Razzi: “Il termale leva per lo sviluppo del territorio”

0

“Un intervento per favorire la crescita della bassa Valle Camonica e per valorizzare il territorio attraverso la promozione di un’offerta turistica integrata, che permetta di destagionalizzare i flussi abbinando il termalismo con le altre risorse presenti quali sport, escursionismo, cultura, natura, enogastronomia”. Con queste parole l’assessore al Turismo e Cultura della Provincia di Brescia Silvia Razzi ha annunciato oggi, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Martinengo, l’impegno, sul Bilancio di Previsione 2014 – 2016 (Esercizio 2014), di una somma pari a 153.210 euro ad integrazione dell’Accordo di Programma per la valorizzazione del turismo nell’area della bassa Valle Camonica.

Presenti all’incontro anche l’assessore all’Innovazione e Tecnologia della Provincia di Brescia Corrado Ghirardelli, il sindaco del Comune di Darfo Boario Terme Ezio Mondini e Sergio Trombini, presidente dell’omonimo Gruppo. “La somma impegnata a sostegno del termalismo – hanno spiegato gli assessori Razzi e Ghirardelli – deriva dai canoni delle concessioni di sfruttamento dell’acqua minerale nel Comune di Darfo Boario Terme riscossi dalla Provincia nel corso dell’anno 2013”.

Soddisfatto il sindaco della città termale, che ha dichiarato: “A nome di tutta l’amministrazione darfense non posso che esprimere grande soddisfazione per il raggiungimento di questo importante obiettivo ottenuto grazie all’impegno di tutti gli attori che oggi siedono attorno a questo tavolo. Infatti, attraverso l’attuazione della mozione riguardante l’utilizzo dei canoni delle concessioni, le nostre acque acquisiscono il valore di risorsa, ovvero divengono una ricchezza che ha una diretta ricaduta sul territorio. Questo riconoscimento ci permetterà di avviare il progetto di rilancio della nostra stazione turistica e di procedere alla realizzazione di opere infrastrutturali che consentono di deviare il traffico nella cintura esterna della città. Ciò renderà maggiormente piacevole e godibile il centro, soprattutto nell’area antistante il Parco Termale (ndr che negli auspici diventerà area pedonale) e ottenere benefici ambientali in termini di migliore qualità dell’aria. Attraverso l‘individuazione di queste azioni intendiamo rispondere attivamente e pienamente al dettato della Provincia che ha inteso orientare le risorse verso la valorizzazione del territorio e la tutela dell’ambiente.”

Comments

comments

LEAVE A REPLY