Elezioni, i seniores di Forza Italia: per tornare vincenti c’è bisogno della leadership di Berlusconi

7

Con un comunicato i Seniores di Forza Italia, riuniti in assemblea il 10 giugno 2014 nella sede del Partito di Viale Venezia, hanno commentato I risultati elettorali tracciando una valutazione di quanto accaduto nelle urne.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO:

Gli analisti affermano che la sconfitta c’e’ stata ma che il nostro elettorato è sempre lì demotivato e deluso e pertanto non è andato a votare. Sicuramente l’analisi è corretta, ma non abbiamo mai sentito nessuno chiedersi: perché? Per quale ragione ci avrebbero dovuto votare, per quale ragione dovrebbero tornare a votarci? Nel 1994 avevamo fatto sognare gli italiani con la promessa della rivoluzione liberale, oggi non riusciamo a convincerli.

Sicuramente fra le ragioni della mancata fiducia elettorale si può annoverare il bavaglio al Presidente Berlusconi, ma non basta, a nostro parere non sappiamo più far sognare gli italiani in un futuro migliore causa una politica ondivaga, non sempre chiara e spesso con troppo lunghi silenzi su temi importanti. Le posizioni non chiare alla fine non pagano.

Altro grave problema è quello legato alle scissioni subite, alla scelta di alleati e collaboratori inaffidabili e in alcuni casi incapaci. Per tali ragioni, a nostro parere, si deve pensare unicamente al recupero di quell’elettorato deluso che aspetta proposte serie. Non ci servono alleati inaffidabili e opportunisti ci serve la fiducia degli italiani, di quell’elettorato che ci ha creduto in passato e che è pronto a ridarci fiducia.

I Seniores di forza Italia ritengono che più che di alleanze effimere, che durano il periodo elettorale, il nostro partito ha bisogno di politiche serie, fiducia in se stesso, di una classe dirigenziale autorevole perché eletta democraticamente, poco importa la modalità, di una vera meritocrazia altrimenti saremo condannati al declino.

Per raggiungere tali obiettivi non c’e’ bisogno di avere fretta, ma di leadership, perseveranza e fiducia nel Presidente Silvio Berlusconi. Gli antichi romani dopo la disastrosa sconfitta di Canne evitarono lo scontro con Annibale per ben quattordici anni, per poi sconfiggerlo inequivocabilmente e definitivamente.

Nella certezza che non sarà necessario un così lungo periodo, non dobbiamo farci prendere dalla foga e dalla smania di rivincita, perché la politica deve guardare in là nel tempo non alla contingenza. Con determinazione dobbiamo riconquistare la fiducia degli italiani per ricostruire un’Italia cattolica, socialista, liberale e democratica.

Comments

comments

7 COMMENTS

  1. Per ricostruire un’Italia cattolica, socialista, liberale e democratica ? C’è già, è esattamente l’Italia di Renzi, il vero successore di Berlusconi, il leader che fa di nuovo sognare. Quello che la fiducia l’ha già ampiamente incassata alle europee. Però Berlusconi potrebbe inseguirlo parlando anche lui di riforme urgenti e di un ‘Italia che fra dieci anni sarà più smart e più cool, cioè quando l’ex-Cavaliere di anni ne avrà 88. Pazientiamo, si può fare, stanno avendo successo vari esperimenti di clonazione.

  2. Negli interrogatori Scajola ha detto che Crosetto -Fratelli di taglia- voleva candidarlo alle europee, ma lui per fedeltà…

  3. Negli interrogatori Scajola ha detto che Crosetto -Fratelli di taglia- voleva candidarlo alle europee, ma lui per fedeltà…

  4. Ma io mi chiedo, nel 2014 questi qua sostengono ancora Berlusconi? cioè capisco che bisogna aspettare ma dopo 20 anni che comanda non ha fatto nulla, anzi… Mi chiedo perchè non hanno la forza di voltare pagina? Perchè non dire, ok la politica che abbiamo proposto fino ad ora è il passato come tutte le figure che abbiamo proposto, ora ci rifacciamo l’immagine con nuove idee nuovi personaggi e creare la classe politica del domani, e invece siamo ancora al Berlusladroni???? CAMBIARE!!! LA GENTE VUOLE ALTERNATIVE AL RENZIE NON I NONNETTI CHE HANNO GIà FALLITO!!!!

  5. Grazie con questa politica ci saranno 20 anni di renzismo…. un’italia cattolica, socialista, liberale e domacratica?????? Ma chi ha scritto questa chiosa come fa a pensare che la gente ci creda? Cattolica (ok per i vecchietti) socialista e liberale????? uno il contrario dell’altro………. ………… e democratica, ok lo si usa sempre, vado avedere una partita di calcio democratico, vado al cesso con democrazia….. etc etc….

LEAVE A REPLY