Soppressione Tar, Rolfi (Lega): “Il Pd di Renzi ammazza la giustizia a Brescia”

0

"Incomprensibile – afferma Fabio Rolfi – la scelta di cancellare il TAR di Brescia, per altro a poco tempo di distanza dall’acquisto milionario della nuova sede. Siamo di fronte a uno Stato schizofrenico, che meno di due anni fa ha speso ingenti risorse pubbliche per acquistare una nuova e maggiormente confacente sede per la giustizia amministrativa bresciana e oggi, con un colpo di mano, decide di sopprimerla" Con queste parole Fabio Rolfi, consigliere regionale della Lega commenta la scelta del governo di sopprimere la sede del Tar di Brescia e annuncia una mozione al Pirellone.

"Condividiamo la necessità di semplificazioni ma siamo anche dell’idea che questa non possa passare dalla cancellazione di servizi fondamentali per il territorio, come i Governi Monti, Letta e Renzi stanno da tempo facendo, e in particolare, per quanto riguarda il bresciano, colpendo proprio la giustizia, prima con la soppressione dei Giudici di pace e adesso pretendendo di cancellare il TAR. La giustizia bresciana, sia quella amministrativa che quella civile e penale, si occupa di una realtà complessa, dinamica e particolarmente esposta alla criminalità. Questa istituzione ha quindi bisogno di più uomini e mezzi e non certo delle politiche cieche di governi-tagliola che ancora una volta pretendono di risolvere i problemi togliendo servizi al Nord, dimenticandosi le ingenti sacche di assistenzialismo, sovrannumero di personale e imboscati vari che esistono in altre parti d’Italia".

"Porterò la questione in Regione – puntualizza Fabio Rolfi – con una mozione urgente affinché il Consiglio regionale si esprima con forza in modo contrario alla soppressione del TAR di Brescia, che fra le altre cose gestisce anche la giustizia amministrativa di tutta la parte orientale della Lombardia."

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Brescia – Milano: sara’ un trasferta da mille e una notte. Porteremo viveri, borracce, coperte e armi contundenti. Un disastro lo spostamento, un disastro

LEAVE A REPLY