Finge di affittare casa a coppia di stranieri, ma poi sparisce: bresciano indagato per truffa

0

Il mese scorso una coppia di cittadini nigeriani, con la speranza di trovare un appartamento in affitto ad un canone più basso di quello che pagavano, hanno chiamato il numero di cellulare pubblicizzato su un foglietto attaccato ad un palo in strada nel quartiere San Polo. L’uomo contattato, un italiano del 1967, gli ha dato appuntamento per il pomeriggio seguente per mostrargli un appartamento in via Bramante.

 

Il giorno seguente la coppia di stranieri ha quindi incontrato C.A., che ha mostrato loro la casa. Trovandola di loro gusto e soprattutto ritenendo vantaggioso il canone richiesto (350 euro invece dei 450 che attualmente pagavano), la coppia ha deciso di bloccare l’immobile, consegnando all’uomo come caparra una cifra di denaro in contanti, pari ad una mensilità.

Nel congedarsi C.A. gli ha dato appuntamento dopo qualche giorno per stipulare il contratto di locazione ed in quell’occasione si e fatto consegnare dalla coppia altri 550 euro adducendo scuse varie. In cambio ha lasciato loro quelle che sembravano le chiavi dell’appartamento dicendogli che avrebbero potuto usarlo fin da subito, cominciando a portarvi all’interno le loro cose.

Dopo qualche giorno i due stranieri sono quindi tornati alla casa e quando si sono resi conto che le chiavi non aprivano la porta dell’abitazione né tantomeno C.A. rispondeva più al telefono, hanno capito di essere stati truffati e sono andati al Commissariato Carmine per fare denuncia.

Le indagini degli agenti hanno consentito di risalire alla vera identità dell’uomo, già noto alle forze di Polizia per reati contro il patrimonio. Rintracciato è stato denunciato per truffa.

Comments

comments

LEAVE A REPLY