Workcamp a Palazzolo: i ragazzi d’Europa puliscono i giardini di villa Lanfranchi

0

È’ ai nastri di partenza la seconda edizione del progetto “Workcamp”, organizzato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Palazzolo sull’Oglio insieme con “Cantiere Giovani” e la cooperativa “La Vela” di Nave. L’iniziativa prevede l’arrivo mercoledì 25 giugno di alcuni ragazzi e ragazze provenienti da diverse nazioni d’Europa e del mondo, che rimarranno in città fino a domenica 6 luglio. Come avvenuto lo scorso anno con il Castello, i giovani lavoreranno per migliorare ancora di più lo spazio esterno della Villa Lanfranchi, della quale si è da poco concluso il restauro. Seguendo un programma ben preciso, i giovani taglieranno l’erba, sistemeranno il belvedere che si affaccia su via Sgrazzutti, faranno pulizia di arbusti e cespugli e sistemeranno i muri e alcune zone finora non accessibili.

A questi giovani sarà affiancato un gruppo locale di una quindicina di ragazzi, “reclutati” anche attraverso un’ottima sinergia con gli istituti “Marzoli” e “Falcone”. Si tratta di studenti universitari di Palazzolo e di ragazzi frequentanti la quinta superiore. In questo modo i ragazzi stranieri non saranno mai soli durante la loro permanenza, sia durante le ore di lavoro sia durante i momenti liberi, come durante i pasti e le serate, quando oltre a stare in compagnia, cucineranno insieme e converseranno in lingua straniera.

Diversi gli obiettivi del progetto. Innanzitutto l’aggregazione tra gruppi di giovani che hanno culture diverse, ma anche la valorizzazione della Villa Lanfranchi, che, sebbene sia appena stata restaurata, ha bisogno di una rivalutazione che va al di là della tenuta muraria della struttura. La riscoperta di questo spazio da parte dei più giovani, unita alla valenza turistica già implicita nel progetto, sarà dunque un vero e proprio valore aggiunto del workcamp, che al termine dei 12 giorni di lavoro restituirà a Palazzolo un’area verde nuovamente fruibile.

Non va dimenticato il ruolo fondamentale che svolgeranno le associazioni di Palazzolo e tutte quelle realtà che hanno accolto con entusiasmo il progetto. Un ringraziamento quindi all’“Ekoclub international” e alla Fondazione Cicogna Rampana per l’attenta supervisione, nonché al signor Bruno Lancini per l’aiuto nella redazione del programma dei lavori. Altrettanto fondamentale è la collaborazione con la Fondazione Galignani che si è prestata ad offrire l’alloggio ai ragazzi stranieri e a mettere a disposizione alcuni locali, così come con le Parrocchie di Santa Maria Assunta e del Sacro Cuore, nella persona del curato Don Francesco Bezzi, che si sono assunte il compito di fornire i pranzi. Un grazie anche alle Associazioni, come il Kayak Canoa Club, che proporranno momenti ludici o di intrattenimento per rendere ancora più bella l’esperienza dei giovani ospiti a Palazzolo sull’Oglio.

Come l’anno scorso, il “Workcamp” è un progetto proposto dall’Assessorato alle Politiche Giovanili, coordinato dall’assessore Gianmarco Cossandi, dall’incaricato Francesco Feltri e dal gruppo di giovani della lista civica di maggioranza “Palazzolo Città in testa”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY