Non fu stupro, indennizzati i tre giovani che fecero sesso con la ragazza dell’amico

0

Processati e assolti dall’accusa di stupro di gruppo e ora "indennizati" per aver passato 26 giorni in carcere.  I fatti risalgono alla sera del 25 aprile 2008: una ragazza, ai tempi minorenne, accusò tre giovani della provincia di Brescia di averla violentata tutta notte e la mattina successiva a Lido delle Nazioni (Ferrara) in un appartamento, mentre il fidanzato dormiva in una camera a pochi metri di distanza. Per questa accusa i giovani passarono 26 giorni in carcere. Ma poi in rito abbreviato il Gip di Ferrara Piera Tassoni a luglio 2010 pronunciò tre assoluzioni perché il fatto non sussisteva. La sentenza non venne impugnata e ieri, la Corte di appello di Bologna ha accolto la domanda di riparazione per ingiusta detenzione presentata dai legali di tre giovani della provincia di Brescia, «quantificando l’indennizzo in misura di 12.262,64 euro per ciascun ricorrente, applicando una maggiorazione del doppio della tariffa standard di 235 euro al giorno per le conseguenze sul piano personale che ai ricorrenti erano derivate dalla ingiusta detenzione a causa del rilievo che aveva l’arresto per la loro giovane età, per la loro incensuratezza e per l’eco mediatico che aveva suscitato la vicenda nella località di residenza, piccolo Comune della provincia bresciana».

Comments

comments

LEAVE A REPLY