Carcere a Brescia, dalla Regione l’invito a risolvere il problema

0

Via libera dalla Commissione speciale sulla situazione carceraria in Lombardia alla risoluzione volta a risolvere le problematiche che interessano gli istituti di pena di Canton Mombello, Varese e Cremona. "Attraverso il documento, approvato all’unanimità nella seduta odierna – spiega Fabio Fanetti, presidente della Commissione speciale – si invita la Giunta a porre in essere tutte le azioni possibili per promuovere una efficace collaborazione tra le istituzioni locali e l’amministrazione penitenziaria per trovare soluzioni idonee a risolvere le criticità strutturali presenti negli istituti penitenziari. Ma non solo: tramite la promozione di un’intesa presso la Conferenza Stato Regioni e il Ministero di Giustizia, ci auguriamo che possano essere  messe a disposizione le risorse necessarie per sopperire alle carenze strutturali riscontrate in questi istituti, affinché possano essere garantiti la salute e il benessere dei detenuti".

“Nel caso specifico di Canton Mombello – spiega il presidente Fanetti – l’attenzione deve rimanere particolarmente alta. Seppure la condizione della casa circondariale sia migliorata grazie al lavoro del direttore, degli operatori e della polizia penitenziaria e grazie al trasferimento di parte dei detenuti presso Cremona, non si può certo dire che il problema sia risolto. Considerate le gravi carenze strutturali, auspichiamo che il Ministero, di concerto con l’Amministrazione comunale, possa al più presto decidere quando si farà il nuovo carcere cittadino. Il Piano di governo del territorio ha individuato nell’area adiacente a Verziano lo spazio per  ampliare l’istituto di pena. Tale soluzione permetterebbe di dismettere la struttura di Canton Mombello,  risolvendo l’annoso problema del sovraffollamento”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY