Morta durante il parto, il pm apre un’inchiesta: 8 medici indagati

0

Marito e famiglia sono riuniti nella casa di Carpenedolo, dove si erano trasferiti dalla Calabria. Stella non c’è più: è morta durante il parto tre giorni fa all’ospedale di Desenzano. Tutto è successo intorno alle 4.30 del mattino dopo l’epidurale: la situazione degenera, lei non ce la fa. Solo il piccolo nato, ora in terapia intensiva al Civile, sta lottando per la vita. Sulla morte di Stella Migale il procuratore Eliana Dolce ha aperto un’inchiesta. Sul registro degli indagati c’è l’equipe di ginecologia che martedì ha seguito la paziente nelle fasi del parto: otto medici, tra chirurghi, anestesisti e ostetriche. Oltre alla denuncia presentata dalla famiglia di Stella al commissariato di Desenzano, c’è l’indagine interna avviata dall’Azienda ospedaliera di Desenzano. Secondo la versione dello staff medico, Stella sarebbe deceduta in seguito a un embolia provocata dal liquido amniotico.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. L’embolia polmonare da liquido amniotico lascia meno di due ore di tempo per intervenire dall’individuazione diagnostica certa alla possibilità di un’efficace terapia. Un dramma terribile per il quale è giusto indagare, ma altrettanto giusto ponderare le effettive responsabilità penali del personale medico.

LEAVE A REPLY